• Programmatic
  • Engage conference

Dust off: il nuovo punto di vista del digital

A cura di Digital Dust

Uno spazio di approfondimento a cura di Digital Dust, dedicato alla social communication fortemente influenzata oggi dal modello TikTok che sta conquistando i marketer

03/02/2021
di Digital Dust

Content Production vs Content Marketing: step complementari di una comunicazione d’effetto

Content Marketing o Content Production? Questi concetti potrebbero sembrare tra loro simili, eppure definiscono due momenti ben distinti e profondamente complementari della promozione di un prodotto.

L’uno non può prescindere dall’altro e per questa ragione analizzarli entrambi è la chiave di volta per servirsene al meglio al fine di realizzare una comunicazione valida e dinamica.

Se da un lato il Content Marketing è una vera e propria strategia, dall’altro la Content Production consente di metterla in atto grazie alla realizzazione di contenuti pensati e creati ad hoc per il mercato.

Soddisfare i consumatori sembra essere il principale obiettivo dei grandi brand, ma per far sì che ciò accada è necessaria la presenza di un elemento – sia esso foto o video – che catturi la piena attenzione dello spettatore e che al contempo venga distribuito e comunicato in maniera strategica ed efficace.

Che cos'è il Content Marketing?

Il Content Marketing o marketing dei contenuti può essere definito come un approccio strategico volto alla distribuzione di creatività utili ad attrarre il pubblico verso uno specifico prodotto. Per i neofiti del settore, il Content Marketing è più semplicemente la diffusione di media informativi o di intrattenimento come mezzo per aumentare la visibilità, la portata e il coinvolgimento del pubblico nei confronti di un marchio, prodotto o servizio.

Strategia di marketing

Basare l’intera comunicazione sulla mera Content Production non condurrà certamente agli obiettivi desiderati: per avere successo è infatti necessario associare a essa un’efficace strategia di Content Marketing.

digital-dust2.jpg

Ma come s’identifica lo scopo di ciò che stiamo per produrre? I contenuti possono avere molteplici finalità che vanno dall'intrattenimento all'informazione e che, indipendentemente dal proprio significato, devono essere facilmente fruibili dal pubblico in piena coerenza con il canale attraverso cui sono condivisi.

Altro punto cruciale di questo percorso è conoscere l’audience a cui si sta parlando, target ultimo della nostra comunicazione: fascia d’età, interessi, geo-localizzazione sono solo alcune delle caratteristiche che ci consentono di mettere a fuoco i veri destinatari del nostro messaggio.

A tal proposito, durante l’intero processo creativo, è necessario porsi delle domande: in che modo verranno fruiti i contenuti? Si tratterà di video, testo o audio? Quali argomenti potranno coinvolgere l’audience, anche se non direttamente connessi al prodotto? A soddisfare questi interrogativi entra in gioco la fase di produzione.

Cos'è la Content Production?

La Content Production è l’effettiva creazione dei contenuti. Originalità, ricercatezza e idee sono alla base del suo successo: condividere qualcosa che non è mai stato visto prima è, infatti, il modo migliore per attirare l’attenzione di chi abbiamo di fronte, ma questa non è sempre la regola!

In circostanze in cui l’audience è ben definita e stabile, infatti, le produzioni non dovranno necessariamente essere originali e inedite, ma potranno consistere nella creazione di nuove versioni e sfumature di contenuti già esistenti.

La Content Production è, dunque, starting point e parte integrante dell’intero processo di Content Marketing, e nessuno dei due ambiti può esistere indipendentemente dall’altro.

Il marketing dei contenuti non risulterebbe credibile senza materiali attinenti, studiati ed esteticamente accattivanti per l’audience; per questo motivo occorre dare valore a ciò che verrà concepito, identificando i desideri e bisogni del pubblico finale.

Affiancando queste esigenze a un messaggio forte e d’impatto, sarà dunque possibile comporre un complesso ma grandioso puzzle che – se visto da una prospettiva più ampia – saprà arricchire l’esperienza di fruizione e le scelte dei consumatori in maniera unica e contemporanea.