• Programmatic
  • Engage conference

18/10/2019
di Alessandra La Rosa

All'inizio del 2020 YouTube smetterà di supportare i pixel terzi per la misurazione delle campagne

Google sta lavorando con società specializzate come Nielsen, Comscore, DoubleVerify, Kantar e IAS per aiutarle a far migrare i loro servizi al suo strumento proprietario Ads Data Hub

All'inizio del 2020 YouTube smetterà di supportare i pixel di terza parte per le misurazioni delle campagne. Lo ha annunciato Google in un blog post, in cui fa il punto sullo sviluppo di Ads Data Hub, la sua soluzione per la misurazione delle campagne cross-device su tutte le property della società (YouTube ma anche Google Ads e la DSP Display & Video 360), che non utilizza i pixel. Dal lancio del prodotto nel 2017, Google ha lavorato con alcune delle principali società di misurazioni (come Nielsen, Comscore, DoubleVerify, Kantar e Integral Ad Science) per aiutarle a far migrare i loro servizi ad Ads Data Hub, e una volta che tali migrazioni saranno complete, non renderà più possibile utilizzare pixel esterni su YouTube. Big G stima che questo succederà all'inizio del prossimo anno. Ads Data Hub porta sulle campagne di YouTube dati provenienti da Google Ads, Display & Video 360 e YouTube stessa, e li unisce ai dati sugli utenti che da CRM, DMP o altre fonti sono stati inglobati nel deposito di dati BigQuery di Google. Provvede poi ad analizzare e processare questi dati e a rimandare insight all'azienda. Google ha giustificato la volontà di abbandonare i pixel con la necessità di ovviare ad alcune limitazioni proprie di questo strumento, strettamente collegato ai cookie. I cookie risultano infatti poco efficaci per la misurazione delle performance quando gli utenti utilizzano diversi dispositivi nel loro customer journey, e non funzionano sulle app mobile. In più, secondo Google, molti pixel non dispongono di controlli per la privacy.

scopri altri contenuti su

ARTICOLI CORRELATI