• Programmatic
  • Engage conference

25/03/2021
di Alessandra La Rosa

S4 Capital continua a correre: ricavi a +15% e utile lordo a +19% nel 2020

La società di Martin Sorrell annuncia intanto una nuova fusione. L’obiettivo 2021 è crescere del 50% tra merger e aumenti organici

Martin Sorrell, Executive Chairman e fondatore di S4 Capital

Martin Sorrell, Executive Chairman e fondatore di S4 Capital

Continua la corsa di S4 Capital. La società di Martin Sorrell ha messo a segno un 2020 molto positivo, secondo gli ultimi dati di bilancio: ricavi a quota 343 milioni di sterline (+15%) e un utile lordo di 295 milioni di sterine (+19,4%).

Risultati di tutto rispetto, che pongono le basi per un 2021 di ulteriori crescite: la società stima infatti quest’anno di ottenere un aumento dell’utile lordo a perimetro omogeneo del 25%.


Leggi anche: S4 CAPITAL “VOLA” ANCHE NEL TERZO TRIMESTRE 2020 CON UNA CRESCITA ORGANICA DEL 23%


Sorrell ha contestualizzato così le ottime performance del gruppo: “La pandemia ha accelerato la digital transformation sia tra i consumatori sia a livello media e aziendale, e questo a sua volta ha stimolato la domanda dei clienti per competenze di marketing digitale. Crediamo che il 2021 e il 2022 saranno degli anni molto forti da un punto di vista economico - ha aggiunto -, a causa del rimbalzo mondiale atteso dopo la pandemia e della possibilità di spendere e investire le tante risorse arrivate sul merrcato grazie agli enormi stimoli fiscali e monetari” varati dai governi. 

S4 Capital, gli obiettivi 2021 e una nuova fusione

S4 Capital, che con le sue due practice principali - MediaMonks per i contenuti e MightyHive per dati e digital media - annovera tra i propri clienti aziende del calibro di Google, BMW-MINI, Mondelez, Facebook e un'importante azienda di telecomunicazioni, punta a raddoppiare le proprie dimensioni entro il 2023.

In una recente intervista a Engage, Sorrell ci ha spiegato che per il 2021 l’obiettivo «è di crescere del 25% a livello organico e di un ulteriore 25% per fusioni, quindi del 50% complessivamente».

La crescita a livello organico passerà dal mantenimento e dall’acquisizione di clienti, e su questo Sorrell ha già fissato ambiziosi obiettivi: l’idea infatti è quella di avere 20 clienti con ricavi superiori ai 20 milioni di dollari all’anno, e il manager, durante la call di bilancio, ha fatto presente di avere già 5 di queste società “assicurate o in vista”, incluse Google, BMW e Mondelez.

A proposito dell’altro driver di crescita, quello delle fusioni, invece, è di questi giorni l’annuncio di una nuova operazione: S4 Capital ha comunicato di aver raggiunto un accordo con la società canadese di design Jam3, che verrà fusa all’interno di MediaMonks. L’operazione consentirà alle due società di estendere il lavoro per clienti condivisi come Google, Facebook e Netflix, e permetterà di ampliare la presenza di S4 a Los Angeles e in mercati come Olanda, Canada e America Latina.

Intanto, S4 Capital punta ad ampliare la propria presenza anche in Italia, dove da qualche anno è operativo un ufficio di MightyHive, guidato dalla M.D. EMEA Sasha Schmitz. «Proprio Sasha sta avendo il compito di costruire la squadra italiana», ci ha detto Sorrell.

scopri altri contenuti su

ARTICOLI CORRELATI