• Programmatic
  • Engage conference

14/02/2020

Televisione in difficoltà nel 2019: la pubblicità perde il 5,3%

L'andamento è stato negativo per tutti i principali broadcaster, da Mediaset alla Rai e Sky, ad eccezione di Discovery e La7

Un 2019 da dimenticare per i broadcaster sul fronte pubblicitario. L'anno si è infatti chiuso per la televisione, come mette in luce Nielsen nella sua analisi annuale, con un fatturato advertising pari a circa 3,6 miliardi di euro, in diminuzione del 5,3% rispetto al 2018. Ad incidere non poco sul risultato finale è stato un dicembre al di sotto delle attese, con una raccolta che è diminuita rispetto allo stesso mese dell'anno precedente di ben il 7,8% e con tutti i principali editori con il segno meno. Mediaset ha chiuso l'anno con un giro d’affari pubblicitario di 1,985 miliardi di euro, in calo dell'8,3% rispetto all’anno precedente e con dicembre in diminuzione del 7,9%. La società ha voluto però precisare, con un comunicato stampa, che l’unico modo per valutare l’andamento della raccolta pubblicitaria in modo corretto è fare un confronto con il 2018 a perimetro omogeneo, quindi senza il contributo di importanti eventi sportivi presenti nel palinsesto Mediaset dello scorso anno, come la Champions League, il calcio pay e soprattutto i Mondiali di Calcio. Il risultato di Mediaset risulta così sì negativo ma con un trend molto mercato (-3,6%) e migliore della media del mercato televisivo. La Rai, nonostante sino a qualche mese fa l'ipotesi di una chiusura con il segno più fosse ritenuta possibile, ha visto la sua raccolta pubblicitaria scendere del 2,2% a quota 693,5 milioni circa. A dicembre la performance è stata negativa del 4,1%. Bilancio negativo anche per Sky Italia con una diminuzione dell’1,5% rispetto al 2018 per un totale di 491,4 milioni e con un dicembre in contrazione del 12,7%. L'unico operatore che aumenta il suo giro d'affari è Discovery, sia a dicembre (+0,2%) sia su tutto l'anno (+0,3%) con una raccolta di 258,3 milioni. Performance infine in linea per La7: l'emittente di Cairo Communication ha chiuso l'anno con ricavi pubblicitari pari a quasi 169 milioni di euro, praticamente lo steso risultato del 2018 (-0,1%) ma comunque ad sotto degli obiettivi dell'editore. A dicembre, la pubblicità raccolta dall'emittente ha lasciato sul campo il 16,9% del giro d'affari.

scopri altri contenuti su

ARTICOLI CORRELATI