• Programmatic
  • Engage conference

25/03/2020

Skuola.net festeggia i 20 anni con due acquisizioni. Fatturato a +30% nel 2019

Nata come sito di scambio di appunti, nel corso degli anni quella che ormai è una realtà consolidata del mondo edTech è cresciuta e si è evoluta, fino a diventare una struttura composita. L'intervista al Co-founder, Marco Sbardella

Marco Sbardella

Marco Sbardella

Diventata un punto di riferimento per studenti, Skuola.net, la piattaforma edTech - che si rivolge soprattutto a ragazzi che frequentano le scuole medie, superiori e l'università - che quest'anno compie 20 anni, punta in questi ultimi anni a consolidare il lavoro fatto, potenziando i suoi servizi e l'offerta clienti, forte di numeri importanti: oggi il sito, facente parte del network di Mediamond, “conta 5,5 milioni di utenti unici al mese (dato medio unique browser mensili rilevata da Google Analytics), 2,5 milioni di iscritti al portale, 2 milioni di follower sui social network, un milione di download per le app, 50.000 copie di tiratura per il diario cartaceo e più di 200.000 contenuti user generated content caricati dai ragazzi sul sito. Per dare un parametro, gli studenti di scuole secondarie e università in Italia sono 6 milioni”, racconta a Engage Marco Sbardella, Co-founder e Head of Marketing & Business Development di Skuola.net. Marco Sbardella

Skuola.net, da sito per lo scambio di appunti a testata giornalistica (e non solo)

“Con Skuola.net abbiamo innovato la didattica digitale – spiega Sbardella - Il sito è infatti nato da un'idea di due studenti, che hanno avuto l'intuizione di condividere online gli appunti tra i compagni per studiare in maniera condivisa. Prima è stato creato il sito di classe, poi per l'intera scuola. In seguito la piattaforma è diventata nazionale. Il passo successivo è stato quello della community di studenti dove i ragazzi si incontrano e confrontano in rete. Dopodiché è diventata una testata giornalistica, diretta da Daniele Grassucci, Head of Content and Communication, per portare la voce degli studenti agli adulti. Ne fa parte anche la web tv con live settimanali, che vedono coinvolti ospiti vip, youtuber, ragazzi ed esponenti della politica. Nell’ultimo anno vari ministri e il Premier Conte hanno scelto la piattaforma per rivolgersi direttamente ai giovani”. La testata, attualmente, ha rapporti di collaborazione come content provider con realtà di primo piano quali Ansa (sito internet e agenzia), Fanpage.it, LaStampa.it, HuffingtonPost.it, Leggo.it, Linkiesta.it, Tgcom24.it, Tpi.it. Inoltre, grazie alle costanti attività di ricerca svolte sugli utenti della propria community, è una fonte puntualmente citata e interpellata da media generalisti e di settore. Nel 2019 la sua rassegna stampa conta oltre 3.500 citazioni complessive radio/tv, carta stampata, siti web. A cui si aggiungono un centinaio di interviste e interventi che il Direttore o i giornalisti della testata sono chiamati a svolgere ogni anno in radio o televisioni. Skuola.net, poi, collabora attivamente per attività di comunicazione con la Polizia di Stato e il Ministero dell’Istruzione, facendo parte anche del Consorzio Generazioni Connesse – Safer Internet Center Italiano, ovvero il nucleo di partner italiano, coordinato dal MI, responsabile delle azioni di educazione e sensibilizzazione verso un uso di internet più sicuro sostenute dalla Commissione Europea. È anche partner di Facebook per attività di ricerca e comunicazione sul target giovani. Ma oggi l'audience del portale comprende anche tantissimi adulti “Abbiamo sempre utilizzato un linguaggio da studente a studente. Per questo veniamo letti anche dai docenti, che cercano di parlare il linguaggio dei ragazzi. La nostra mission è quella di migliorare la scuola dal basso, dando voce ai giovani che devono interfacciarsi con i più grandi. Siamo il brand con la più grande awarness sugli studenti. Sui media siamo i più citati – commenta Sbardella, che continua con la descrizione delle numerose attività di Skuola.net. - Gli step successivi per Skuola.net, dopo l'essere diventata testata giornalistica, sono stati i lanci dei due marketplace, Store Appunti Universitari, per vendere e comprare appunti, mentre due anni fa ha debuttato Skuola.net | Ripetizioni, una piattaforma per la prenotazione e l'acquisto di lezioni private, che coinvolge 30.000 tutor”. Con Skuola.net Ripetizioni, la struttura ha recentemente aderito al progetto di Solidarietà Digitale del Ministro per l’Innovazione tecnologica e la Digitalizzazione, messo in campo per far fronte a questo momento di difficoltà dovuto all'epidemia di Coronavirus. La società ha messo a disposizione degli studenti e delle loro famiglie dei coupon sconto per prenotare ripetizioni da svolgere online, per un ammontare complessivo di 1 milione di euro di bonus: “Vogliamo essere vicini ai giovani anche con questa iniziativa. In questo momento contiamo oltre 700.000 accessi ogni giorno su tutto il network Skuola.net, grazie all’esplosione della didattica a distanza. Tutte le scuole, infatti, stanno facendo didattica digitale: questa situazione porterà a un punto di svolta con la maggior diffusione di questa metodologia di insegnamento”. https://www.youtube.com/watch?v=oYSxTHGggAo

Skuola.net chiude il 2019 con un fatturato a +30%

Negli ultimi anni la realtà è al lavoro per consolidare “quello che abbiamo seminato – spiega Sbardella. - Stiamo puntando a lavorare sempre meglio sulla nostra offerta commerciale, a migliorare i nostri prodotti e ad aumentare il numero dei clienti. Abbiamo chiuso il 2019 con un incremento del 30% del fatturato. Cresciamo a doppia cifra da moltissimo tempo. Siamo fiduciosi di crescere a doppia cifra anche quest'anno grazie alle recenti acquisizioni al 100% di portali come Matematicamente.it, sito di riferimento da oltre 20 anni per la matematica e Sostudenti.it, sito di lifestyle universitario di ScuolaZoo. Inoltre molti clienti stanno già rinnovando e con la situazione che si è venuta a creare con il Coronavirus il sito registra ogni giorno il doppio degli accessi rispetto alla media”. A proposito dell'offerta clienti, “I nostri asset – il sito, i social network, le App, il diario – ci consentono di raggiungere il target dei giovani in ogni momento. I ragazzi vengono approcciati sempre con valori positivi. Da anni siamo anche un'agenzia specializzata che realizza progetti on field, campagna online, offline, di digital Pr, e progetti di brand journalism. Permettiamo alle aziende di creare le proprie attività con un unico referente che gestisce i vari aspetti dei progetti. Grazie all’azione congiunta con Mediamond, tra quelle che, solo nell'ultimo anno, hanno deciso di scegliere la nostra realtà per progetti speciali annoveriamo brand come Durex, Facebook, Ferrero, Eni, Intesa SanPaolo. E per i 20 anni realizzeremo una campagna che punterà a mettere ancora di più in luce i tanti mondi che fanno parte del nostro universo”.

scopri altri contenuti su

ARTICOLI CORRELATI