• Programmatic
  • Engage conference

18/02/2021
di Lorenzo Mosciatti

Google, accordo storico con News Corp per contenuti editoriali e pubblicità

Mountain View riconoscerà “pagamenti significativi" per le news delle testate del colosso dei media che fa capo a Rupert Murdoch

news-corp.jpg

News Corp e Google hanno annunciato di aver sottoscritto "un accordo pluriennale storico" in base al quale il colosso dei media che fa capo a Ruper Murodch fornirà al motore di ricerca contenuti editoriali in cambio di "pagamenti significativi". 

Wall Street Journal, Barron's, MarketWatch e il New York Post negli Stati Unit, il Times, il Sunday Times e il Sun nel Regno Unito e The Australian, news.com.au e Sky News in Australia sono tra le testate di News Corp oggetto dell'accordo.


Leggi anche: AUSTRALIA: GOOGLE PAGHERÀ L'EDITORE NINE ENTERTAINMENT PER L'USO DELLE SUE NEWS


L’intesa annunciata da News Corp e Google avrà una durata di tre anni e contempla anche lo sviluppo di una piattaforma di abbonamenti, la condivisione dei ricavi pubblicitari legati ai contenuti editoriali e raccolti tramite il motore di ricerca, investimenti sull'audio giornalismo e su nuovi servizi di video-giornalismo su YouTube. 

“L’accordo avrà un impatto positivo sul mondo del giornalismo in tutto il mondo, dal momento che rimarca con forza che il giornalismo di qualità deve essere riconosciuto e valorizzato”, ha detto Robert Thomson, ceo di News Corp. 

"Google ha investito molto per sostenere il settore delle news, ad esempio con la Google News Initiative, con strumenti di tecnologia pubblicitaria, con servizi per gli abbonamenti e, più di recente, con l'investimento da 1 miliardo di dollari per le partnership con gli editori attraverso Google News Showcase", ha aggiunto Don Harrison, responsabile per le global partnership di Google.


Leggi anche: ECCO COME FUNZIONA GOOGLE NEWS SHOWCASE


"Per News Showcase abbiamo ora partnership con oltre 500 pubblicazioni a livello globale, a dimostrazione del valore che questo prodotto può portare ai nostri partner editori e ai lettori in ogni parte del mondo. Ci auguriamo di poter annunciare nuove partnership molto presto".

scopri altri contenuti su

ARTICOLI CORRELATI