• Programmatic
  • Engage conference

30/10/2019
di Simone Freddi

Deva Connection rileva i siti di Trilud e lancia Deva Publisher

Il gruppo romano guidato da Valerio Stavolo, già attivo nell'IT e nel marketing, allarga l’attività all’editoria online acquisendo il sistema Nanopress e il portale Tuttogratis. La pubblicità sarà gestita da MovingUp

Valerio Stavolo

Valerio Stavolo

La società romana Deva Connection già attiva nel campo dell’information technology e nei servizi di marketing e comunicazione, ha rilevato il network editoriale di Trilud, di cui fanno parte il sistema di siti verticali Nanopress e il portale Tuttogratis. Nasce così Deva Publisher, il nuovo asset del Gruppo Deva Connection che ne allarga l’attività del gruppo all’editoria online. Il nuovo posizionamento della società, sottolineato anche dall’apertura di una nuova sede operativa in via Giovanni Tata a Roma, sarà presentato in due eventi per gli addetti ai lavori: si terranno rispettivamente nella Capitale l’8 novembre e a Milano il 14 novembre. Deva Connection nasce il 7 dicembre 2013 da un'idea del Ceo Valerio Stavolo, facendosi spazio nel mondo dell'information technology. Dal 2014 l’azienda ha vissuto una crescita veloce i cui punti cardine sono stati la partecipazione ad importanti progetti nel ruolo di media agency, l'ingresso nel mondo del digital out of home con P.Stop (il circuito di digital signage nelle principali piazze di Roma), la partecipazione al progetto dell'Acquario di Roma. E ora la società ha compiuto un altro step nel proprio sviluppo con l'acquisizione di un importante network editoriale, quello di Trilud appunto, che ad oggi raggiunge oltre 90 milioni di pagine viste al mese. Deva Publisher raccoglie dunque il testimone da Trilud, la società nata nel 2011 per accorpare due importanti esperienze editoriali, entrambi native digitali: il portale Tuttogratis (storica piattaforma informativa sulle risorse gratuite disponibili nella Rete) e Nanopress, il network di siti verticali nato nel 2005 con l’intento di fornire ai lettori notizie e approfondimenti su una grande varietà di argomenti, che spaziano dall’attualità alle tematiche femminili, dalla salute all’automotive, dalla cucina alla tecnologia, senza dimenticare entertainment, lusso, cultura, ecologia, viaggi, sport. Trilud è attualmente in liquidazione. "Ho fondato Deva nel 2013 pensando di creare uno strumento con cui realizzare un progetto di crescita, l’ho fatto e lo faccio in modo che ognuno si senta parte integrante di quel progetto e di quella crescita - afferma Valerio Stavolo -. Quando ho deciso di lanciarmi nel mondo dell’editoria ho pensato subito alla squadra ed ho costruito il giusto gruppo per una sfida così complessa". Il digitale, continua il Ceo del Gruppo Deva Connection, "è veloce ed impone scelte rapide che seguano il sentiment mutevole del pubblico. Internet consente di mettere il mondo a servizio delle masse, quindi per distinguersi occorrono strategie comunicative sperimentali. Una sfida appunto, che siamo pronti ad affrontare". Alla base della sfida editoriale, ci ha fatto sapere la società, c'è un importante progetto di comunicazione e di rebranding dei portali, a cui si aggiunge l'obiettivo di valorizzare l'ampia fanbase social composta da oltre 2,5 milioni di utenti sui vari canali, attraverso attività di marketing online ed offline studiate per fidelizzare gli utenti e rafforzare l'identità dei brand. Diversi sono i progetti alla base della sfida che Deva ha deciso di intraprendere come publisher: primo su tutti riportare i portali ai volumi di traffico di qualche anno fa, sperimentando tecnologie di machine learning pensate sia per personalizzare l'esperienza utente sui portali, sia in ottica di miglioramento dei processi produttivi e di gestione interna della redazione. Per quanto riguarda in particolare la raccolta pubblicitaria di Tuttogratis e Nanopress, questa sarà gestita da MovingUp (società a cui oggi è a sua volta legata tg|adv, già concessionaria di Nanopress e Tuttogratis) come concessionaria esclusiva, almeno fino al 2021. Dal lato dell’offerta commerciale, Deva intende investire anche nello sviluppo di progetti speciali, pensati in un’ottica tailor made.

scopri altri contenuti su

ARTICOLI CORRELATI