• Programmatic
  • Engage conference

24/01/2020
di Vincenzo Stellone

Il Motomondiale sbarca anche su DAZN. Sky condividerà la titolarità dei diritti

In seguito all'accordo con Dorna Sports, che ha validità per il biennio 2020-2021, la piattaforma di streaming sportivo sta preparando una propria squadra che commenterà i GP

MotoGP-DAZN.jpg

DAZN arricchisce ulteriormente il proprio palinsesto. Il servizio di streaming e on demand tutto dedicato allo sport, infatti, ha annunciato che a partire dal prossimo marzo trasmetterà in diretta le gare di Moto 2, Moto 3 e MotoGP per le stagioni 2020 e 2021. Decade, dunque, la titolarità esclusiva dei diritti del Motomondiale a Sky, che comunque continuerà a trasmettere il Motomondiale, almeno per quest’anno. La precisazione è obbligatoria, visto che circolano già da giorni voci sul divorzio tra Sky e il mondo delle due ruote. Secondo alcune indiscrezioni circolate su alcune testate di settore, in particolare Motorsport.com, in questi giorni i vertici di Sky Italia sono in dubbio sul rinnovare o meno il contratto con Dorna Sports (la società spagnola che gestire il settore commerciale del Motomondiale) per la trasmissione in diretta delle gare della MotoGP. L’accordo ha ancora validità fino al 2021 (sempre che Sky non riesca a "sfilarsi" prima dall'accordo), ma poi ha bisogno di essere ridiscusso se la collaborazione dovesse andare avanti. Ma sono troppi i malumori dalle parti di Sky, legati soprattutto alle performance degli ascolti che le dirette esclusive sulla piattaforma satellitare a pagamento hanno assicurato nel corso di diversi appuntamenti della stagione 2019, dominata da Marc Marquez con la Honda, fatto a cui si lega la mancata affezione del pubblico italiano, più legata al campione tricolore Valentino Rossi, prossimo tra l’altro al ritiro (annunciato per fine 2020). Parlando di numeri, a quanto pare, il GP di Valencia sul canale 208 di Sky Sport aveva raccolto 680 mila spettatori medi, una differenza abbastanza marcata con gli ascolti registrati, per esempio, dalla F1 nella stessa serata con il GP del Brasile, che aveva totalizzato 1.714.000 spettatori. Ecco che in questo spaccato si inserisce DAZN, che a questo punto, per il prossimo biennio (almeno sulla carta) sarà co-titolare dei diritti del Motomondiale con Sky per la parte streaming.

Il Motomondiale su DAZN: i dettagli per ora noti

Sono ancora diversi i dettagli che devono essere definiti (a partire dalla trasmissione live delle prove libere e delle qualifiche), ma la piattaforma sta preparando una propria squadra che commenterà i GP. E come già accade per il calcio, DAZN potrebbe scegliere di affiancare a una “prima voce” un ex pilota. Unico dettaglio reso noto è che le immagini saranno fornite da Dorna Sports. Altre comunicazioni ufficiali da parte di DAZN sono attese per le prossime settimane. Ma, intanto, dai vertici della piattaforma di esprime soddisfazione: "Non possiamo che essere felici e orgogliosi di questo ulteriore successo, che conferma l’impegno di Dazn a essere il punto di riferimento degli eventi sportivi per tutti i tifosi italiani", dichiara Veronica Diquattro, Executive Vice President Southern Europe di DAZN. "Le competizioni di MotoGP sono adrenalina pura, emozione e coraggio e noi le racconteremo con il nostro solito linguaggio diretto e immediato che porterà il tifoso al centro della scena". Il canone mensile per abbonarsi al servizio DAZN resta di 9,99 euro.

scopri altri contenuti su

ARTICOLI CORRELATI