• Programmatic
  • Engage conference
20/01/2022
di Caterina Varpi

Ciaopeople: è online il nuovo Cookist all'insegna della "eatsperience"

La testata food è online con una nuova identità grafica e un nuovo sito che mette al centro cultura del food, ricettazione e show

logo-Cookist.jpg

È online il nuovo Cookist, con una nuova visual identity e un restyling di Cookist.it, in grado di valorizzare la visione editoriale e i contenuti originali della testata di Ciaopeople che ogni mese raggiunge 6 milioni di appassionati di cibo e di ciò che gli ruota intorno (Comscore, novembre 2021), e condivide il piacere del food con una community social di oltre 40 milioni di persone, racconta il comuncato. 

Accessibilità, manualità, quotidianità e vivacità sono gli elementi distintivi della nuova brand identity. Accessibilità in quanto le ricette di Cookist trasferiscono la percezione che esse siano accessibili e realizzabili da chiunque. Cookist è anche quotidianità e manualità: la C del nuovo logo di Cookist è un oggetto d’uso quotidiano, una pentola vista dall’alto nella quale si intravede un cucchiaio, a ribadire il concetto di manualità, e poggiata sul fuoco, elemento grafico che richiama immediatamente il mondo della cucina. Una fiamma che richiama anche la passione per il food che si inserisce in un’identità “vivace”, che va a raccontare la vitalità e ricchezza culturale di tutto ciò che è dentro e intorno al piatto.

L’identità visiva contemporanea del nuovo Cookist prende forma attraverso un nuovo sito che, già dalla homepage, fornisce agli utenti un’idea chiara e immediata della ricchezza e varietà dei contenuti della testata. A partire dalle tre sezioni principali in cui si snoda.

News è la sezione “culturale” che parla di nutrizione, luoghi e sapori - con un focus su eccellenze locali, storie e guide gastronomiche - ma anche eventi, ristoranti e chef, e contenuti originali che prendono forma attraverso rubriche amate dagli appassionati di food. Tra queste “Giovani e Stellati”, e “Food Hub”.

Ricette è ricca di nuove idee, per ispirare in cucina attraverso contenuti testuali e video che parlano di tradizione, di local, di radici, e di sperimentazione. Ad oggi sono oltre 13.000 le ricette presenti sul sito.

Show, infine, è l’area del sito con rubriche speciali che rappresentano la voglia di Cookist di innovare nel mondo del food italiano. Ne sono un esempio “Pasta Tales” e “Women on fire”.

Ecco perché la parola "eatsperience" per raccontare Cookist, la sua innovazione nel panorama digitale food italiano, la rivoluzione del modo in cui il cibo viene mostrato, vissuto e raccontato. Eatsperience per Cookist è ricerca, tradizione, sperimentazione, socialità, piacere. È questo e sarà molto altro, dal momento che la testata è da sempre attenta ai trend e la sua community è pronta a ricevere input nuovi e di valore, spiega la nota.

“Negli ultimi anni il comparto del food & beverage ha subito dei processi di forte rinnovamento, un’evoluzione che l’ha portato a toccare ambiti prima inimmaginabili - dichiara Francesca Fiore, direttrice responsabile di Cookist -. Così come la cucina si evolve, anche chi la racconta quotidianamente deve cambiare: per rinnovarsi e comunicare meglio i propri obiettivi. Semplicità, divertimento, creatività sono da sempre valori che ci aiutano a raccontare un settore così variegato e articolato. Con questa nuova identity vogliamo allargare il nostro sguardo, puntando sull’approfondimento ma, allo stesso tempo, rendendo più accessibile, chiaro e trasparente tutto quello che ruota intorno a questo mondo. Perché la cucina, così come la cultura gastronomica e alimentare, siano davvero alla portata di tutti”.

Questa nuova identità visiva è raccontata anche oltre il Belpaese. A innovarsi è infatti anche il brand internazionale di Cookist: il progetto Cookist Wow, con il suo sito e la sua presenza social di successo, che, con quasi 23 milioni di fan solo su Facebook, conta mensilmente 128 milioni di persone raggiunte, si legge nel comunicato.

“Con Cookist stiamo costruendo una storia nuova che offre anche nuove opportunità ai brand - conclude Giorgio Mennella, Advertising Director di Ciaopeople -. Il mondo del food ha ancora tanto spazio libero per raccontare e innovare sul digitale e noi vogliamo farlo con i brand partner non solo attraverso la ricettazione, ma anche con il racconto di quello che c’è dentro e intorno al piatto.”

scopri altri contenuti su

ARTICOLI CORRELATI