• Programmatic
  • Engage conference

14/01/2022
di Teresa Nappi

Veicoli elettrici: il 30% degli italiani non ne conosce ancora i vantaggi. Lo dice uno studio Teads

In uno scenario globale che vede crescere l’attenzione per veicoli eco-friendly, c’è ancora da fare in termini di educazione e brand reputation, e la pubblicità online può avere un impatto significativo

Teads-Auto-Study.jpg

Nel mondo, solo pochi marchi automotive sono già associati ai veicoli elettrici (VE) e in Italia circa il 30% dei consumatori del settore automobilistico non è a conoscenza dei vantaggi di acquistare un veicolo elettrico/ibrido. A confermarlo è la ricerca “Automotive Study” di Teads, The Global Media Platform, condotta in collaborazione con Kantar a livello globale.

In questo scenario, la ricerca di Teads suggerisce che “connettersi con i consumatori ed educarli ulteriormente rispetto ai veicoli elettrici è la chiave per i brand per mantenere la loro rilevanza e continuare a costruire il futuro in questo mercato”, recita la nota di accompagnamento ai dati.

Per la maggiore, siamo di fronte a un consumatore consapevole, che si informa prima di acquistare e orientato verso atteggiamenti più eco-friendly, anche se ci sono ancora margini di azione per questa industry.

Automotive: cresce l’importanza del digitale nel percorso di acquisto

Nel settore automobilistico, la tv è storicamente la scelta mediatica dominante in ambito pubblicitario. Tuttavia, dall'ultima ricerca di Teads emerge che i consumatori fanno sempre più affidamento sul digitale durante il loro percorso di acquisto e questo è ancora più vero per chi si intende di veicoli elettrici.

La metà dei consumatori di VE prenderebbe in considerazione di effettuare l'intero processo di acquisto online (vs il 35% per chi si intende di carburante) e il 74% continuerà a mantenere questa tendenza dopo il Covid.

Data l'importanza del digitale all'interno del percorso del consumatore, è interessante notare che, analizzando i canali che influenzano il percorso online del consumatore, i siti di notizie sono stati identificati come 1,6 volte più influenti dei social media.

I consumatori hanno anche espresso una preferenza per gli annunci video brevi, rilevanti rispetto al contesto e skippable.

L’importanza dei siti dei brand e dell’online advertising

Secondo l’Automotive Study di Teads, gli annunci pubblicitari digitali hanno un impatto molto significativo sui consumatori del settore automobilistico. Il 90% degli interessati all'acquisto di un veicolo elettrico e l'85% degli acquirenti complessivi di automobili hanno agito stimolati dalla pubblicità online.

La ricerca di Teads ha rilevato anche che nel 40% dei casi visitare il sito web di marchi automobilistici è l'azione che i consumatori effettueranno con più probabilità dopo aver visto un annuncio pubblicitario online.

Il sito web di un brand è un punto di contatto chiave: il 49% degli utenti di veicoli elettrici in EMEA e il 57% in Italia ha dichiarato di iniziare la sua ricerca proprio visitando il sito web del brand. Solo il 28% in EMEA e il 21% in Italia si reca da un rivenditore. L'80% degli esperti di veicoli elettrici afferma che il sito web ha un impatto anche sulla loro decisione finale.

Ma non solo: la ricerca evidenzia anche come gli esperti di automobili possono essere raggiunti in una varietà di contesti. In Italia la categoria News è quella preferita in assoluto, seguita da quella Automotive, e poi Tech, Sport e Science. Inoltre, le audience interessate a veicoli elettrici apprezzano le ultime innovazioni tecnologiche (76%) più di coloro che sono alla ricerca di auto a carburante tradizionale (56%).

“La nostra ricerca - commenta Ioanna Stagia, VP International Insights, Teads - mostra un significativo orientamento dei consumatori verso atteggiamenti più eco-consapevoli quando si tratta di acquistare auto. Inoltre, ciò che è chiaro è che i canali online stanno diventando sempre più importanti nel guidare il percorso del consumatore, dall’awareness fino all'acquisto. Per massimizzare il successo, dopo i tempi difficili che le case automobilistiche hanno vissuto, i brand devono pianificare le loro campagne del 2022 facendo leva su queste due informazioni chiave".

Inoltre, “È importante lavorare ulteriormente sullo sviluppo e la solidità del profilo del marchio poiché la brand reputation è fondamentale per gli esperti di VE”, aggiunge Henner Bloemer, Global Senior Industry Director Teads.

scopri altri contenuti su

ARTICOLI CORRELATI