• Programmatic
  • Engage conference

di Andrea Salvadori

Eolo avvia la gara per la scelta del centro media. In palio un budget di 10-13 milioni di euro

L'incarico messo in lizza dalla società di cui Marzia Farè è Head of Communication avrà una durata annuale con partenza da aprile. Il pitch è gestito con l'auditing di Paola Furlanetto

Marzo Farè

Marzo Farè

Eolo ha avviato la fase di selezione per la scelta della società che si occuperà della gestione del suo budget pubblicitario per il 2021, per la durata complessiva di 12 mesi con partenza da aprile.

Il budget pubblicitario stanziato è compreso tra i 10 e i 13 milioni di euro, fa sapere ad Engage la società operativa in Italia nella fornitura di connettività tramite tecnologia Fwa (Fixed wireless access)

Alla consultazione sono stati invitati diversi centri media, tra cui secondo quanto risulta ad Engage Carat (Dentsu), da diversi anni partner di Eolo, Media Club (GroupM), Mindshare (sempre di GroupM) e Publicis Groupe, con alcuni che ancora devono sciogliere la riserva.

L’obiettivo del pitch, si legge in una nota stampa, è “selezionare un partner strategico per la pianificazione media integrata online e offline, che supporti Eolo con una chiara visione, sia strategica che operativa, nella gestione del budget assegnato, con esperienza, attenzione alla performance e specifiche competenze tecnologiche adtech /martech”.


Leggi anche: EOLO, SOSTENIBILITÀ E DIGITAL AL CENTRO DELLE STRATEGIE. MARZIA FARÈ: «IL 65% DEL BUDGET PUBBLICITARIO ALL'ONLINE»


Il comitato di selezione di Eolo è costituito da Marzia Farè, Head of Communication, Elisabetta Bariola, Purchasing,e  Luca Piedimonte, Digital & Media Manager, con la collaborazione del team di Paola Furlanetto per l’attività di auditing.

L’agenzia che si aggiudicherà il pitch lavorerà in ottica win-win in stretta collaborazione con la in-house agency di Eolo, che con il suo team di 10 persone si occupa delle attività media online e delle attività digital e social dell’azienda. L'assegnataria dell'incarico collaborerà quindi con l'in-house agency di Eolo anche sul fronte della pianificazione online. 

Come ha spiegato di recente Marzia Farè ad Engage, nella video intervista che si può vedere qui sopra, Eolo lavora sul fronte creativo con l'agenia Dude, menre per quanto riguarda gli investimenti pubblicitari il media su cui sino ad oggi l'azienda ha investito di più è il web, con punte del 60-65% del budgtet pubblicitario complessivo. Dopo internet, l’altro mezzo presidiato è la radio, mentre il 2020 è stato l'anno dell'avvio delle prime pianificazioni in televisione, con uno spot on air dallo scorso maggio. 

scopri altri contenuti su

ARTICOLI CORRELATI