• Programmatic
  • Engage conference

02/11/2017
di Lorenzo Mosciatti

Editions Lefebvre Sarrut compra il 100% del capitale di Giuffrè Editore

Giuffrè Holding ha venduto la storica casa editrice italiana, 50 milioni di fatturato nel 2016 di cui il 65% proveniente dall’area digital, al gruppo francese

Antonio Giuffré

Antonio Giuffré

Giuffrè Holding vende il 100% di Giuffrè Editore al gruppo francese Editions Lefebvre Sarrut (ELS), tra i leader in Europa e nel mondo nell’editoria professionale legale e fiscale. In un mercato sempre più concentrato, dunque, gli azionisti della storica casa editrice italiana hanno deciso di cederne il controllo ad uno dei leader in Europa dell’editoria professionale legale e fiscale. Editions Lefebvre Sarrut è un gruppo europeo nato nel 1999 dalla fusione tra Editions Francis Lefebvre et Editions Législatives. Da allora il gruppo è cresciuto sia per linee interne sia per linee esterne, attraverso l’acquisizione di importanti player di mercato in Europa, consolidando così la propria posizione. Editions Lefebvre Sarrut è tra l'altro già presente sul mercato italiano dal 1991 con Memento, joint venture costituita con Ipsoa, oggi Wolters Kluwer Italia, parte del gruppo multinazionale Wolters Kluwer. Con un’esperienza di oltre 80 anni, 140 dipendenti e un fatturato a chiusura dell’esercizio 2016 di circa 50 milioni di euro, si lgegge in una nota,  Giuffrè Editore si posiziona tra i leader di mercato in Italia nell’editoria professionale, grazie a un modello di business che punta sull’integrazione tra l’editoria tradizionale e le nuove funzionalità garantite dall’uso di software e strumenti digitali. Antonio Giuffrè, nipote del fondatore, dal 2005 alla guida della casa editrice italiana, mantiene la carica di Direttore Generale, con l’obiettivo di consolidare la crescita e di portare avanti la strategia di digitalizzazione dell’offerta editoriale. “Questa acquisizione è un’unione vincente", commenta nella nota Giuseppe Giuffrè, presidente di Giuffrè Holding, il manager che ha anche guidato, alla scomparsa del padre e con la collaborazione del fratello Gaetano, la casa editrice milanese dal 1964 al 2005. "Condividiamo valori e visione sul futuro dell’editoria professionale. La nostra storia, la qualità editoriale che da sempre ci distingue e la capillarità della rete distributiva di Giuffrè in Italia, unita alle competenze manageriali e all’esperienza internazionale di ELS, ci permetteranno di crescere ancora di più nel mercato italiano”. "In un mercato sempre più concentrato e specializzato, negli ultimi anni abbiamo investito molto sull’innovazione. Questa strategia si è rivelata vincente, con un fatturato che quest’anno cresce del 3%, con oltre il 65% del volume d’affari che deriva dall’area digital e con una crescita dell’utile a doppia cifra. Sono fiero di dare continuità a Giuffrè Editore e gestire il passaggio da azienda familiare a grande gruppo europeo”, aggiunge Antonio Giuffrè, dal 2005 alla guida della casa editrice. Nell'operazione Editions Lefebvre Sarrut è stato assistito dallo studio legale Dentons e, in particolare, dal partner Pier Francesco Faggiano. L’advisor finanziario è stato Grant Thornton Financial Advisory Services con un team guidato dal partner Stefano Marchetti. Giuffrè Holding è stata invece assistita dallo studio legale Allen & Overy.

scopri altri contenuti su

ARTICOLI CORRELATI