• Programmatic
  • Engage conference

16/06/2022
di Simone Freddi

WPP Italia chiude il primo semestre in positivo. In autunno un evento “tech” con Amazon

La Country Manager Simona Maggini fa il punto sull'andamento della compagnia e presenta "Corrono le Idee", libro in cui ripercorre con l'aiuto di Elena Magni 25 anni di cambiamenti nel mondo della pubblicità

Simona Maggini, Country Manager Italia di WPP

Simona Maggini, Country Manager Italia di WPP

Negli scorsi giorni GroupM, la holding media del Gruppo WPP, ha presentato le sue nuove stime sull’andamento del mercato pubblicitario, che fissano a +1% la crescita attesa in Italia per quest’anno, con un taglio di circa 4 punti percentuali rispetto alle previsioni di fine 2021.

Il nuovo quadro, che tiene conto del mutato scenario internazionale, si rispecchia nell’andamento di WPP in Italia: “Il primo trimestre 2022 è stato molto buono, superando il budget, mentre il secondo è in linea”, ci ha detto la Country Manager Simona Maggini a margine della presentazione del libro “Corrono le idee – una vita nell’advertising”, in cui la manager racconta con l’aiuto della copywriter Elena Magni venticinque anni di storie vissute nel mondo della pubblicità (leggi qui l'articolo dedicato; nella foto qui sotto, le due autrici).

Mentre in molti dei principali Paesi la ripresa post-covid del mercato pubblicitario prosegue a ritmi sostenuti, tanto che WPP ha recentemente rivisto al rialzo la propria guidance 2022, l’Italia sembra subire più di altri mercati l’impatto della guerra in Ucraina sul commercio, sui costi energetici e sul funzionamento di alcune filiere produttive particolarmente importanti, come l’alimentare e la moda. “Non sono mesi facili” – ha commentato Simona Maggini, “ciò nonostante ci aspettiamo di chiudere l’anno in crescita, anche se con un ritmo ridotto rispetto al 2021 (anno in cui la holding ha messo a segno una crescita dei ricavi a doppia cifra, ndr)". Dall'analisi della Country Manager di WPP in Italia trapela qualche preoccupazione in più per l’anno prossimo: “Il 2023 potrebbe rivelarsi complesso, a causa dell'inflazione e degli eventuali effetti che avrà sulle strategie dei clienti, sui consumi energetici, sui costi del personale”, ha detto la manager.

Intanto però è importante continuare a stimolare il mercato, parlando anche di innovazione. Proprio l’innovazione e la tecnologia come fattore abilitante saranno al centro dell’edizione 2022 del Forum WPP | The European House Ambrosetti, in programma a novembre. Sempre nel corso del secondo semestre, WPP sarà protagonista a Milano di un altro evento, e in questo caso si tratta di una novità: “stiamo organizzando un evento insieme ad Amazon dedicato al settore tech che si terrà in autunno, idealmente in ottobre”, ha rivelato Simona Maggini.

scopri altri contenuti su

ARTICOLI CORRELATI