• Programmatic
  • Engage conference

11/01/2021
di Alessandra La Rosa

Publicis Groupe sbarca nel mondo del gaming con Publicis Play

Basata in Gran Bretagna, comprende un team di professionisti appartenenti a varie agenzie del gruppo, che assisteranno i brand interessati a investire nel mondo dei videogiochi

Publicis Groupe lancia un'offerta ad hoc per il marketing nel mondo del gaming: nasce Publicis Play

Publicis Groupe lancia un'offerta ad hoc per il marketing nel mondo del gaming: nasce Publicis Play

Che il mondo del gaming stesse attirando sempre più utenti e aziende è cosa nota. Adesso sembra essersene accorto anche il mondo delle agenzie, con varie società che stanno iniziando a mettere a punto offerte ad hoc per i brand interessati a fare pubblicità in questo settore.

Tra queste vi è Publicis Groupe, che qualche giorno fa ha annunciato il lancio di un’offerta specifica per il settore gaming, con una squadra dedicata in Gran Bretagna che proporrà ai clienti interessati servizi creativi, di produzione e media ideali per chi vuol fare marketing su video game ed esport.


Leggi anche: TUTTO QUELLO CHE C'È DA SAPERE SUL MARKETING E LA COMUNICAZIONE SU TWITCH


Si chiamerà Publicis Play e conterà sul lavoro di un team di 10 persone provenienti dalle varie agenzie della holding, in particolare Publicis.Poke (agenzia nata nel 2019 dall’unione di Publicis London, Poke e Arc), Publicis Sport & Entertainment e Spark Foundry. A capo della squadra ci saranno James Anderson, business director di Publicis Sport & Entertainment, Tom Hostler, head of brand experience di Publicis.Poke, e Simon Jones, managing partner di Spark Foundry.

I servizi offerti da Publicis Play spazieranno da media a produzione, da dati a tecnologie, da ecommerce a creatività e consulenza, proponendo di fatto soluzioni end-to-end per il mondo gaming.


Leggi anche: TUTTE LE ULTIME NEWS SU PUBLICIS GROUPE


L’idea della holding francese di dare vita a un’offerta ad hoc per la comunicazione nell’ambito dei videogiochi segue la grande crescita registrata dal comparto negli scorsi mesi, complice il maggiore tempo passato a casa delle persone a causa della pandemia e dei lockdown. E con il 5G e le nuove possibilità delle piattaforme di giochi sviluppate in cloud, il mondo del gaming sembra destinato ad ulteriori crescite future. 

scopri altri contenuti su

ARTICOLI CORRELATI