• Programmatic
  • Engage conference

29/11/2022
di Lorenzo Mosciatti

Pomilio Blumm, ecco i numeri della campagna del Made in Italy. Fatturato 2022 verso i 100 milioni

Franco Pomilio, presidente di Pomilio Blumm

Franco Pomilio, presidente di Pomilio Blumm

Numeri positivi per la campagna per la promozione del Made in Italy nel mondo. A nemmeno un anno di distanza dal lancio ufficiale del piano straordinario di nation branding “Italy is simply extraordinary: be IT”, realizzato da Pomilio Blumm nell’ambito dell’incarico affidato dal Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale (MAECI), in collaborazione con ICE Agenzia, al raggruppamento di impresa di cui fanno parte anche Triboo e LVenture Group, l’agenzia fa sapere che “all’ultima rilevazione sono state ottenute più di 14,5 miliardi di impression (+33 % rispetto alle previsioni di gara), dati che, abbinati agli altri KPI come il CTR medio per Paese del 13,49%, pongono la campagna di nation branding a livello di primato assoluto”. 

Nell’ambito della campagna da 39 milioni di euro, attivata in 26 paesi, negli ultimi dieci mesi sono stati sviluppati 600 long content da oltre 250 creator. Il sito madeinitaly.gov.it, nato come communication hub, si è evoluto in quello che oggi può essere definito il flagship site del nation branding, un progetto raccontato anche attraverso centinaia di contenuti differenti rivolti alle varie tipologie di target coinvolte. Le piazze più importanti del mondo, da Times Square a Piccadilly fino a quelle di Tokyo e Pechino, “sono state oggetto di video-domination del Made in Italy con oltre 300 format narrativi e il coinvolgimento di 400 tra le più innovative start-up tramite la holding Lventure, senza dimenticare il contributo di Triboo Digitale e Triboomediahouse, leader nel digital consulting e nell’influencer marketing”, si legge sempre nella nota. 

La rete diplomatica e delle istituzioni culturali si è quindi avvalsa di Beit Academy, un centro di formazione avanzata con guru ed esperti della comunicazione, nato da una collaborazione tra Pomilio Blumm e l'università Luiss. L'Academy ha implementato il know-how del personale delle ambasciate con best practice e corsi pratici. Il network istituzionale è stato affiancato da testimonial di prestigio, a partire da Giorgio Armani - che ha dedicato un messaggio redatto personalmente sul valore del Made in Italy - passando al campione olimpico Marcell Jacobs, per arrivare al premio Oscar Mira Sorvino, passando poi per l’iconico cantante dei Genesis, Peter Gabriel, e al celebrato fotografo Sebastião Salgado, tra decine di altri.

“Risultati significativi” sottolinea Pomilio Blumm, “ancor di più se si considera che tutti i KPI sono stati raggiunti ben tre mesi prima delle deadline, nonostante la guerra in Ucraina che ha influenzato lo scenario a livello internazionale. Un progetto particolarmente complesso che è stato apprezzato, ricevendo numerosi riconoscimenti. Difatti, la rivista economica Forbes lo ha premiato tra le migliori iniziative internazionali a settembre, riconoscimento che si unisce a quello del WMF (We Make Future), dove Be IT ha ricevuto il Best International Content & Digital Campaign, senza dimenticare la candidatura ai Lions di Cannes e la menzione speciale - consegnata a Venezia nell'ambito della Mostra Internazionale d'Arte Cinematografica - del Social Word Film Festival alla web serie Artitude, sviluppata in collaborazione col Mambo”.


Leggi anche: LE GARE PUBBLICITARIE CREATIVE E MEDIA IN CORSO 


Pomilio Blumm si avvia intanto a chiudere l’anno con proiezioni di fatturato intorno ai 100 milioni di euro, il doppio rispetto al 2021, e con un organico che ha superato le 300 unità disposte in più sedi, tra cui quelle aperte nei mesi scorsi a Washington e Ginevra. L’agenzia è tra l’altro risultata prima per fatturato nella classifica “Leader della crescita 2023” realizzata da Il Sole 24 Ore e Statista nel settore “pubblicità e marketing”. 

Di recente Pomilio Blumm ha anche vinto la gara da 1,8 milioni di euro dell’Aeronautica Militare per l’organizzazione della Conferenza Internazionale ed Esposizione Aerospaziale che si terrà in Roma il 12, 13 e 14 maggio 2023.

scopri altri contenuti su

ARTICOLI CORRELATI