• Programmatic
  • Engage conference

01/07/2020
di Francesco Tempesta

Peugeot chiude il rapporto con Havas dopo 30 anni e punta su Omnicom

La holding, che assumerà l'incarico da gennaio 2021, si occuperà della creatività pubblicitaria del brand per 3 anni attraverso una struttura ad hoc chiamata O.P.EN

peugeot.jpg

Anche i sodalizi pubblicitari più longevi possono essere destinati a interrompersi. Come quello tra Peugeot e Havas, iniziato ben 30 anni fa. Il brand automobilistico ha infatti annunciato con una nota ufficiale di avere cambiato partner creativo a livello mondo, scegliendo Omnicom Group a seguito di una gara. La holding, che assumerà l'incarico a partire dal 1° gennaio 2021, si occuperà dell'ideazione delle campagne pubblicitarie Peugeot per i prossimi 3 anni, e lo farà attraverso una struttura ad hoc chiamata O.P.EN (che sta per "Omnicom for Peugeot ENgine"). O.P.EN sarà completamente dedicata al brand, e metterà insieme - si legge nella nota - i migliori talenti creativi e di marketing di precisione del network Omnicom a livello globale, per portare competenze e coprire le varie attività del brand in ciascuno dei suoi mercati locali. La struttura metterà a disposizione di Peugeot varie capacità in base ai progetti richiesti, spaziando da marketing intelligence a strategie di comunicazione, a creatività, tecnologia, innovazione e activation. La collaborazione avrà durata iniziale di tre anni, e per Peugeot segna una nuova era di comunicazione, come spiega Thierry Lonziano, Marketing & Communication Director della casa automobilistica: «O.P.EN ci supporterà nell'accelerare la trasformazione del nostro brand. Sfruttando i migliori talenti e le tecnologie più efficienti di Omnicom in qualsiasi luogo del mondo si trovino, Peugeot beneficerà di un nuovo modello d'agenzia integrato, informato e focalizzato sull'internazionalità». Si chiude dunque una storica collaborazione, quella tra il brand e la holding Havas, che lo seguiva attraverso la sua agenzia BETC. Una collaborazione tutta francese (Peugeot è partecipata dallo stato francese), che si è spezzata dopo 3 decenni di onorata attività e importanti campagne. BETC e Havas hanno "difeso il titolo" partecipando alla gara, che è stata coordinata dall'ufficio parigino della società di consulenza The Observatory international. Adesso, il futuro della comunicazione di Peugeot guarda al digital, alle vendite online e una nuova concezione di mobilità, complice anche l'impatto del Coronavirus sull'industria dell'auto. «Rafforzata da una robusta eredità di brand, Peogeot punta ad accelerare il suo sviluppo internazionale, la digitalizzazione del customer journey, le vendite online e la nuova mobilità. O.P.EN è un nuovo modello di agenzia che ci supporterà nel raggiungere i nostri obiettivi attraverso un approccio innovativo», spiega Jean-Philippe Imparato, CEO del brand Peugeot. Nella nota, l'azienda non manca di ringraziare i suoi precedenti partner. "Hanno contribuito egregiamente a posizionare il brand dove si trova adesso, attraverso il loro talento creativo, la rilevanza strategica e l'energia trasformativa". Nessun cambiamento invece sul fronte media, dove il partner è Mediacom.

scopri altri contenuti su

ARTICOLI CORRELATI