• Programmatic
  • Engage conference

15/09/2020
di Lorenzo Mosciatti

Il lockdown visto dai bambini di Vo’ nel documentario di The Skill

La produzione è stata presentata a Venezia a margine della 77esima edizione della Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica

vo-the-skill.jpg

Sei bambini tra i sei e i dodici anni: Thomas, Michelle, Zaccaria, Letizia, Rebecca e Riccardo. Sono i protagonisti del cortometraggio “I bambini di Vo'", presentato a Venezia a margine della 77esima edizione della Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica. 

Il documentario raccoglie le testimonianze di bambini e bambine che hanno affrontato in prima persona l’emergenza Covid-19 in quello che è stato il primo focolaio d’Italia. Vo’ Euganeo è rimasto isolato per diverse settimane all’alba dell’esperienza di lockdown vissuta da tutti gli italiani nei mesi scorsi.

I protagonisti del corto, intervistati secondo un preciso schema studiato e condotto da una psicoterapeuta dell’età evolutiva, hanno raccontato come hanno vissuto quei momenti drammatici per poi svelare le aspettative per il futuro, i propri sogni e quelli di un intero Comune che è ripartito grazie alle proprie eccellenze.

Filo conduttore delle testimonianze anche il tanto atteso ritorno a scuola per rivedere insegnanti e compagni. Un ritorno a scuola che è stato accompagnato dalla visita del Capo dello Stato Sergio Mattarella che proprio a Vo’ lunedì 14 settembre ha inaugurato l’anno scolastico. 

Il cortometraggio nasce da un’idea di Lorenzo Munegato (montaggio di Antonello Monti, riprese di Alberto Pezzella) ed è stato prodotto dallo studio di comunicazione The Skill che affianca il Comune di Vo' e il Consorzio di promozione turistica Terme-Colli Euganei. 

“Abbiamo deciso di dare voce ai bambini - racconta Andrea Camaiora, Ceo di The Skill -, volevamo dare spazio a chi ha affrontato con pazienza il lockdown ma che non ha mai avuto la possibilità di dire la propria opinione. Dalle testimonianze raccolte nel corto emerge il grande senso di responsabilità e la consapevolezza con cui stanno affrontando il ritorno in classe. La parte relativa alle aspettative per il futuro e ai sogni è decisamente toccante”.

Per la dottoressa Francesca Munegato, psicoterapeuta esperta dell’età evolutiva, “i bambini di Vò hanno vissuto una situazione di emergenza sanitaria paurosa e senza precedenti. Insieme alle loro famiglie hanno molto spesso trasformato questa situazione di emergenza in un’occasione di apprendimento creativo. Attraverso la narrazione i più piccoli raccontano non solo l’oggettività di ciò che è successo ma anche il modo in cui ogni bambino ha vissuto questa situazione, affrontando ed elaborando la quotidianità non nel silenzio emotivo ma trovando modi per dare voce al loro sentire. Condividendo, nominando e rappresentando attraverso immagini, colori e racconti le loro emozioni”.

“Abbiamo superato la fase più dura - afferma il Sindaco di Vò Giuliano Martini - e siamo ripartiti. L’entusiasmo dei bambini, con il loro ritorno in classe, è un momento importante per tutto il Paese”.

scopri altri contenuti su

ARTICOLI CORRELATI