• Programmatic
  • Engage conference

19/05/2020

DigiTouch compra Conversion e Nextmove: nasce player con un fatturato aggregato di 10 milioni di euro

Il progetto di fusione darà vita a ConversionE3 e permetterà alla società presieduta da Simone Ranucci Brandimarte di contare su un'offerta completa di creatività, social, tecnologie, eventi e progetti integrati

Schermata-2020-05-19-alle-15.24.03.png

Nuova operazione di mercato nel settore della pubblicità. Gruppo DigiTouch ha infatti acquisito il controllo delle due agenzie ConversionNextmove. DigiTouch, società quotata sul mercato AIM Italia presieduta da Simone Ranucci Brandimarte, specializzata in cloud marketing e digital transformation, tramite la controllata E3, e il gruppo Conversion-Nextmove, realtà operativa in Italia nell’omnichannel marketing e nel mercato delle interfacce digitali, hanno infatti firmato un accordo quadro vincolante che prevede, subordinatamente all’avveramento di determinate condizioni, la futura aggregazione delle rispettive società. Dal progetto di fusione deriverà un player leader nel social marketing con un fatturato aggregato di circa 10 milioni di euro. Il nuovo nome della società sarà ConversionE3, frutto del conferimento e della successiva fusione in E3. A guidarla saranno Alberto Rossi in qualità di Amministratore Delegato e Sergio Spaccavento come Chief Creative Officer. conversion-rossi-spaccavento

Conversion, nel 2019 un fatturato di 5 milioni di euro

Conversion ha iniziato ad operare nel 2006 offrendo servizi di shopper marketing e brand activation. Fin da subito, il portfolio clienti ha potuto contare su multinazionali come Disney, Barilla, Sony, Heinz e Samsung. Fino al 2014 la crescita di Conversion è avvenuta per via organica sui servizi offline. Nel 2015 è stato avviato il posizionamento omnichannel con l’ingresso di Sergio Spaccavento come Direttore Creativo Esecutivo e di un team con competenze digitali, sia creative sia strategiche. Il nuovo posizionamento, si legge nella nota stampa, è stato un acceleratore per la crescita dell’agenzia che ha duplicato i ricavi nel giro di 3 anni. Nel 2019 l’acquisizione di Nextmove ha permesso di aggiungere all’offerta omnichannel una base tecnologica, fondamentale per lo sviluppo futuro. Conversion ha chiuso il 2019 con un fatturato di 5,1 milioni di euro e un Ebitda negativo per 200 mila euro. A partire da fine 2019 Conversion ha avviato una riduzione di costi fissi e del personale per recuperare marginalità. Il team di Conversion si compone di 43 professionalità tra Milano e Lissone (Monza Brianza) dove ha sede anche il magazzino per la gestione dei progetti di shopper marketing ed eventi. Nel 2020 il fatturato di Conversion, anche per effetto della crisi sanitaria covid-19 che ha colpito il settore degli eventi, è stimato in circa 4,5 milioni euro con un Ebitda pari a circa 350 mila euro (prima delle sinergie con il Gruppo DigiTouch). La posizione finanziaria netta di Conversion al 30 aprile 2020 risulta negativa (debito) per 700mila euro (al netto dell’accollo dell’acquisition financing contratto per l’acquisizione di Nextmove).

Nextmove, la divisione tecnologica di Conversion

Nextmove è la divisione tecnologica di Conversion ed è una società attiva nello sviluppo di app ed e-commerce e di progetti tecnologici per la digital transformation. Nextmove opera all’interno del settore dello sviluppo delle app, non solo per aziende che sviluppano giochi e contenuti multimediali, ma anche con soluzioni per banche, retailer e altri settori. Si stima che l’App Store iOS arriverà a fatturare 44,8 miliardi di dollari nel 2020, il doppio rispetto al 2015 (fonte App Annie). Nextmove ha chiuso il 2019 con un fatturato di 1 milione di euro e un Ebitda per 150 mila euro. Per il 2020 l’azienda prevede un fatturato in crescita del 35% a 1,35 milioni di euro e un Ebitda di circa 270 mila euro (prima delle sinergie con DigiTouch). La posizione finanziaria netta al 30 aprile 2020 è sostanzialmente neutrale. Nextmove lavora con diversi clienti con i quali ha consolidato una relazione continuativa, tra cui Casio, il Gruppo Antolini, Dupont, Centrostile, Fiditalia. Il team di Nextmove conta 18 risorse nella sede di Lissone (Monza Brianza) ed è guidato dal ceo e founder Fabrizio Conti.

Le ragioni strategiche dell'operazione

Il razionale strategico dell’operazione condotta dal Gruppo DigiTouch e dal Gruppo Conversion risiede nella volontà di condividere un percorso di crescita facendo leva sulle rispettive competenze distintive rappresentate da un team di professionisti di qualità, da un portafoglio clienti di primo ordine e complementare e dalla ricerca di sempre maggiori sinergie industriali, si legge nella nota stampa. Dal momento che nel settore digitale si assiste ad un consolidamento di mercato che impone significativi investimenti (E3 si è distinta recentemente con lo sviluppo del Voice Commerce mentre Conversion ha da poco lanciato una piattaforma di Digital Experience) e genera una forte pressione competitiva, è sempre più strategica la crescita dimensionale per generare rendimenti di scala crescenti e sostenere lo sviluppo commerciale. Il Gruppo DigiTouch inquadra l’operazione all’interno dei fondamentali del Piano Industriale 2018-2020 e ne evidenzia 3 driver di rafforzamento: nel business omnichannel, con una soluzione integrata di creatività, content marketing e tecnologia, sempre più centrale nelle strategie media e di marketing mix delle aziende medio-grandi, in tutti i settori industriali; nel mercato della digital experience, che con l’avvento del Covid-19 cambia le sue regole ponendo il valore aggiunto sull’aggregazione dei canali fisici e virtuali; e nelle capacità tecnica e-commerce e interfacce, ambito in cui Nextmove ha maturato molta esperienza e credibilità. In questo modo, Gruppo DigiTouch propone sempre di più un’offerta integrata basata su tecnologia, design e digital marketing.  DigiTouch S.p.A. ha definito negli ultimi anni (dopo aver perfezionato 7 acquisizioni) un modello in grado di massimizzare l’efficienza operativa con la riduzione delle spese fisse tramite la centralizzazione dei servizi centrali, tecnologici e di struttura e l’efficienza commerciale tramite azioni di cross-up selling e di sviluppo di soluzioni integrate nel cloud marketing di gruppo. L’aggregazione di Conversion e Nextmove contribuisce, in coerenza con le linee guide del Piano Industriale, alla crescita del Gruppo DigiTouch nella linea degli Advertising Services (Conversion) e Data Service (Nextmove) con un fatturato aggregato su base annua di circa 5,9 milioni di euro e un EBITDA di 620mila euro pre-sinergie e 1,1 milioni di euro post sinergie di costo già identificate (come affitti, spese centrali e razionalizzazione dei servizi).

I dettagli dell’accordo

La prima fase prevede l’acquisizione del 70% di Nextmove da parte di DigiTouch S.p.A.. Conversion ha acquistato il 70% del capitale di Nextmove nel corso del 2019 ed ha sottoscritto un accordo vincolante nel quale subentrerà DigiTouch S.p.A per l’acquisizione del residuale 30%. Schermata 2020-05-19 alle 15.24.03 Il controvalore dell’operazione per l’acquisto del 70% è pari a 357 mila euro, di cui 105 mila euro saranno corrisposti in contanti al momento del closing previsto per fine giugno 2020 e 250 mila sotto forma di accollo del debito residuo contratto da Conversion con la Banca Popolare di Milano. Il residuo 30% del capitale di Nextmove, detenuto da Fabrizio Conti (Ceo di Nextmove), sarà acquisto da DigiTouch S.p.A. secondo un accordo vincolante entro il 30 giugno 2022, per un corrispettivo compreso in un range tra un minimo (floor) di 225 mila euro ed un massimo (cap) di 450 mila euro. La componente di earn out sarà misurata in funzione delle performance di crescita del fatturato e dell’Ebitda sul triennio 2019-2021 secondo un modello a scaglioni. La seconda fase, in virtù dell’accordo sottoscritto, prevede che la società Conversion, controllata per il 94% da Alberto Rossi e per il 6% da Sergio Spaccavento, rispettivamente founder e Ceo e co-founder e Direttore Creativo Esecutivo, venga conferita e successivamente fusa in E3 Srl, società controllata al 100% da DigiTouch dedicata al social e content marketing, mediante un aumento di capitale in E3 Srl riservato agli attuali soci Conversion. La nuova realtà risultante dalla fusione, denominata ConversionE3, sarà controllata da DigiTouch per il 78%. Alberto Rossi post fusione deterrà il 20,56% e Sergio Spaccavento l’1,54%. L’operazione in base al progetto di fusione avrà efficacia a partire dal 1° luglio 2020.

Arriva sul mercato ConversionE3

ConversionE3, una volta perfezionato l’atto di fusione, conterà circa 75 professionisti e un portafoglio clienti che copre diversi settori (finance, FMCG, alimentare, energia e utilities). La società sarà guidata da Alberto Rossi in qualità di Amministratore Delegato e da Sergio Spaccavento in qualità di Chief Creative Officer (CCO). Il progetto di crescita comune si pone l’obiettivo strategico di consolidare quote di mercato e creare con la fusione tra E3 e Conversion una società leader nell’omnichannel marketing con oltre 10 milioni di fatturato annuo che si colloca tra le prime tre nel segmento specifico. Enrico Torlaschi assumerà la carica di Chief Client Officer in modo da dare piena esecuzione alla nuova struttura organizzativa del Gruppo DigiTouch improntata sul modello matriciale. Enrico Torlaschi ha guidato E3 e garantirà il passaggio di consegne per poi assicurare una ulteriore spinta allo sviluppo di una proposition commerciale integrata a livello di gruppo.

I commenti dei manager

«Il nostro Gruppo prosegue la piena interpretazione del ruolo di aggregatore in un mercato dove Digital Marketing & Digital Technologies sono sempre più integrate e dove l’ampiezza del portafoglio di offerta fa sempre più la differenza», commenta Simone Ranucci Brandimarte, Presidente del Gruppo DigiTouch. «Conversion e Nextmove non solo si integrano perfettamente nella strategia di Gruppo ma portano componenti di innovazione uniche nel panorama italiano. ConversionE3 diventa uno dei leader del segmento Omnichannel Marketing con una offerta completa di creatività, social, tecnologie, eventi e progetti integrati e Nextmove rafforza ulteriormente il posizionamento tecnologico di Gruppo, tramite expertise uniche nella produzione di interfacce. Il Gruppo DigiTouch sempre più si presenta come campione nazionale nei servizi integrati di Cloud Marketing. Nel Gruppo DigiTouch le performance manageriali pagano. Enrico Torlaschi - prosegue il manager - continua il suo percorso di crescita all’interno del Gruppo e gli facciamo i migliori auguri per un nuovo incarico che rafforzerà le nostre competenze commerciali e di presidio del mercato». «Il posizionamento Omnichannel è sempre più attuale ed in linea con l’evoluzione del consumatore e delle necessità dei clienti», dichiara Alberto Rossi, Ceo di Conversion. «Nel percorso dell’agenzia creatività e tecnologia sono stati i due driver di crescita e l’ingresso nel Gruppo DigiTouch rappresenta la naturale evoluzione del nostro percorso. ConversionE3 sarà un player di riferimento più forte e in grado di sostenere ancora di più il posizionamento Omnichannel. Entrare in un gruppo come DigiTouch per il team di Conversion rappresenta un moltiplicatore di competenze e darà una forte accelerazione alla capacità di innovazione».

scopri altri contenuti su

ARTICOLI CORRELATI