• Programmatic
  • Engage conference
13/12/2022
di Cristina Oliva

Cognitive ADV rafforza il team con l'ingresso di Ilaria Israel e conferma il suo percorso di sviluppo

Ilaria Israel

Ilaria Israel

La concessionaria CognitiveADV prosegue il proprio percorso di crescita confermando il suo DNA internazionale e puntando sull’ampliamento della squadra, con il recente ingresso di Ilaria Israel, con il ruolo di Head of Sales, e di altre cinque risorse. Alla manager, che in passato ha lavorato in Google, Mediamond e Matrix, viene affidato il compito di coordinare la struttura commerciale per assicurare il pieno rispetto della strategia condivisa e del raggiungimento dei risultati. Opererà a diretto riporto di Francesca Grilli, Managing Director per l’Italia, con la responsabilità dei rapporti con agenzie media e clienti.


Leggi anche TUTTE LE NEWS SU NOMINE E GIRI DI POLTRONE


La concessionaria full funnel è attiva in sette paesi, con il 60% dei collaboratori che risiede fuori dall’headquarter italiano, e in ogni dipartimento vengono impiegate risorse di almeno due nazionalità diverse. Ciò consente di superare la mancanza di specialisti altamente qualificati, di contaminare e integrare know how differenti generando innovazione e offrendo al cliente soluzioni di maggiore efficacia, spiega la nota stampa. L’obiettivo di aprire una sede laddove si trovino talenti d’eccellenza rappresenta per la concessionaria un vantaggio competitivo, come accaduto in Paesi meno “mainstream”: tra Serbia e Estonia si trovano le sedi del team di Ad Operations e gran parte della business intelligence sezione performance. 

Un approccio che si riflette anche nella cultura aziendale e nell’attenzione al benessere e alla crescita dei dipendenti, che superano ormai le 20 risorse. CognitiveAdv, infatti, prevede che ciascun professionista utilizzi il 20% del tempo lavorativo settimanale per lo studio e l’innovazione. 

“Ovunque si trovi un talento in grado di migliorare i risultati delle campagne dei nostri clienti, noi lo scoviamo e lo portiamo in azienda”, commenta Francesca Grilli. “Questa politica ha già dimostrato di funzionare: nel 90% delle campagne il cliente conferma di voler proseguire la collaborazione con la nostra realtà incrementando costantemente lo spending. Un percorso che è stato facilitato da un modello organizzativo orientato non solo alla produzione di risultati, ma anche alla scalabilità e alla riproducibilità nel tempo. Supportati da una tecnologia proprietaria full funnel ad ID Persistente, abbiamo potuto porre le basi per una crescita organica internazionale improntata attorno a due valori che sono il marchio di fabbrica di Cognitive: miglioramento continuo e attenzione al cliente”.

scopri altri contenuti su

ARTICOLI CORRELATI