• Programmatic
  • Engage conference

03/04/2019
di Alessandra La Rosa

Accenture si rafforza nel mondo pubblicitario con l'acquisizione di Droga5

L'operazione, confermata dai diretti interessati, giunge al termine di un anno di negoziazioni, e ci si aspetta possa essere chiusa entro la fine di maggio

Brian Whipple, Ceo Accenture Interactive, e David Droga

Brian Whipple, Ceo Accenture Interactive, e David Droga

Agenzie indipendente e pluripremiata, grande nome della creatività internazionale, Droga5 presto cambierà casa. La sigla pubblicitaria newyorkese, infatti, sta per essere acquisita da Accenture. La società avrebbe infatti acquistato il 49% delle quote dell'agenzia detenute dalla holding Endeavor. L'operazione, confermata dai diretti interessati, giunge al termine di un anno di negoziazioni, e ci si aspetta possa essere chiusa entro la fine di maggio, dopo i necessari controlli anche in chiave antitrust. La cifra sborsata dalla società di consulenza non è nota. Una mossa, quella di Accenture, che rivela una tendenza ormai diffusa nel mercato: quella delle società di consulenza che entrano sempre più fortemente nel mondo pubblicitario, non solo attraverso l'offerta di competenze nella gestione degli acquisti e delle strategie media, ma anche tramite la messa a disposizione dei clienti di asset creativi, come in questo caso. L'acquisizione di un'agenzia conosciuta e pluripremiata come Droga5 dà chiaramente una marcia in più ad Accenture nella sua proposizione del mercato anche come partner di marketing. Droga5, che conta un team di oltre 500 persone tra New York e la sede di Londra, diventerà parte di Accenture Interactive, l'agenzia digitale di Accenture. Una divisione che, nata nel 2009, ha effettuato diverse acquisizioni negli anni, di cui però quella di Droga5 è la maggiore. Brian Whipple, Ceo Accenture Interactive, e David Droga David Droga, l'australiano fondatore dell'agenzia nel 2006, resterà in carica come creative chairman della struttura.

scopri altri contenuti su

ARTICOLI CORRELATI