• Programmatic
  • Engage conference

29/03/2018
di Caterina Varpi

LinkedIn, la pubblicità video arriva nel news feed

Dopo la fase di test, i Video for Sponsored Content saranno disponibili per le aziende dalle prossime settimane. Annunciato anche il debutto dei video sulle pagine di aziende ed editori

linkedin-pubblicita-video.jpg

LinkedIn punta sui video e annuncia il rilascio di due novità, oggetto di test nei mesi scorsi: Video for Sponsored Content e i video per le pagine aziendali. Con un blog post ufficiale, il social network professionale svela che nelle prossime settimane le aziende avranno a disposizione per promuoversi e comunicare sulla piattaforma i video nativi sponsorizzati e la condivisione dei filmati da parte di aziende ed editori. La possibilità di pubblicare clip sul news feed da parte degli utenti era stato introdotto ad agosto mentre i test per la pubblicità video erano stati avviati ad ottobre (leggi la news).

LinkedIn, Video for Sponsored Content

Gli annunci video nativi, a differenza dei pre-roll o post-roll, si trovano nel flusso di notizie sotto forma di post autopromozionali, con riproduzione automatica senza audio, come i filmati caricati dagli utenti. I video si possono espandere a schermo intero, dopo che l'utente ha cliccato su di esso. Questo tipo di pubblicità consente di raccontare le proprie storie, guidando il traffico sul proprio sito e raccogliendo contatti qualificati grazie ai pulsanti call to action. Chi vuole fruttare questi annunci può usare gli strumenti di targeting disponibili sulla piattaforma per arrivare alle giuste audience, basandosi ad esempio su titolo di lavoro, settore, nome dell'azienda, competenze. Inoltre, grazie all'integrazione con Matched Audiences, gli inserzionisti possono misurare il numero di lead, le registrazioni, le visite al sito web e altre azioni generate dai contenuti sponsorizzati. Dal lancio della versione beta, oltre 700 realtà hanno provato questo strumento, tra cui General Electric, Philips e Audi Canada, constatando che in media, i membri di LinkedIn trascorrono quasi tre volte più tempo a guardare gli annunci video rispetto al tempo trascorso con il contenuto sponsorizzato statico, riporta la nota stampa. Per questo prodotto, Linkedin ha firmato un accordo con Moat di Oracle per offrire dati di terze parti per la misurazione e la viewability che saranno resi disponibili entro la fine dell'anno.

I video debuttano sulle pagine aziendali di Linkedin

Il social network di proprietà di Microsoft annuncia anche l'introduzione dei video per le pagine aziendali. Buoni i risultati del test, anche in questo caso, fa sapere la società: i filmati postati nelle pagine sono 5 volte più efficati rispetto ad altri tipi di contenuti per avviare un dialogo con gli iscritti.

scopri altri contenuti su

ARTICOLI CORRELATI