• Programmatic
  • Engage conference

13/12/2019
di Alessandra La Rosa

Facebook utilizzerà a fini pubblicitari i dati raccolti tramite Oculus

Gli insight provenienti dai dispositivi per la realtà virtuale verranno utilizzati per la personalizzazione di contenuti e adv sulle property della società

oculus.jpg

Attraverso un aggiornamento della privacy policy di Oculus, Facebook ha comunicato a chi utilizza i suoi dispositivi per la realtà virtuale che raccoglierà i loro dati per il targeting della pubblicità sul social network. "Facebook adesso utilizzerà le informazioni sulle vostre attività su Oculus, come le app che utilizzate, per aiutare a fornire nuove funzioni social e contenuti più rilevanti, inclusi gli annunci pubblicitari", recita il blog post. La società fornirà ad esempio suggerimenti su Eventi Oculus a cui l'utente potrebbe avere interesse a partecipare, o pubblicità su app in realtà virtuale disponibili nello store Oculus. Facebook utilizzerà inoltre le informazioni dell'account Oculus e gli insight sull'utilizzo del dispositivo per "fornire, personalizzare e migliorare i Facebook Company Products, incluso personalizzare la pubblicità che potrete vedere all'interno e fuori dalle property Facebook". Oculus sarà in grado di raccogliere vari tipi di dati, ad esempio come gli utenti interagiscono con altri utenti, giochi e app, che app hanno acquistato, ma anche informazioni sulla loro posizione e sui comandi vocali. Gli utenti avranno comunque la possibilità di creare un account Oculus senza collegarlo a quello Facebook. "Se scegliete di non loggarvi su Facebook tramite Oculus, non condivideremo dati con Facebook che consentirebbero a terze parti di targettizzare la pubblicità sulla base del vostro utilizzo di Oculus", ha precisato la società nel blog post. Facebook ha acquistato Oculus nel 2014 per 2,3 miliardi di dollari, e da allora ha sviluppato la piattaforma di gaming e intrattenimento facendola diventare uno dei pilastri del suo business. Adesso è pronta a sfruttarla anche sul fronte dati.

scopri altri contenuti su

ARTICOLI CORRELATI