• Programmatic
  • Engage conference

23/10/2020
di Simone Freddi

Digital audio: l'americana iHeartMedia annuncia l'acquisizione di Voxnest

Proprietaria anche della piattaforma Spreaker, Voxnest è leader nel campo delle tecnologie per la monetizzazione pubblicitaria in ambiente podcast

iheartmedia-voxnest-spreaker.jpg

Il gruppo americano iHeartMedia, specializzato nel digital audio e nella produzione di podcast nonché proprietario di centinaia di stazioni radiofonice commerciali negli Stati Uniti, ha annunciato di aver sottoscritto un accordo per l'acquisizione di Voxnest, la società proprietaria della piattaforma Spreaker nonché leader del settore nelle tecnologie di monetizzazione pubblicitaria dei podcast grazie alle sue soluzioni di analytics, programmatic audio integration e ad serving

L'operazione rappresenta un acceleratore potenzialmente importante per il mercato del digital audio, negli Stati Uniti e non solo. A seguito di questa acquisizione, secondo iHeartMedia, la piattaforma Voxnest si arricchierà infatti si una “inventory aggiuntiva targettizzabile su larga scala”, considerando che iHeartMedia è uno dei maggiori player americiani del settore. 

Inoltre, le integrazioni tecnologiche tra le due società farà accelerare il mercato dei podcast sul fronte pubblicitario sia lato domanda che offerta

Voxnest, basata a New York, è stata lanciata nel 2018 dopo la fusione tra of Spreaker e BlogTalkRadio ed è guidata dall'italiano Francesco Baschieri, come presidente e co-founder. La società è molto ben radicata anche nel nostro Paese, dove dallo scorso anno è attivo tra le altre cose un accordo commerciale con Triboo. "Siamo entusiasti del potenziale di crescita di questa combinazione unica", ha detto Baschieri a proposito dell'acquisizione da parte di iHeartMedia. 


Leggi anche: TRA ASCOLTI E PUBBLICITÀ, IL COVID NON FERMA IL MERCATO DEI PODCAST. IL REPORT DI VOXNEST


"Nonostante i numeri in crescita ovunque", aggiunge infatti Baschieri, "il mercato dei podcast è frammentato, con domanda e offerta distribuite su più piattaforme, creando difficoltà in termini di scalabilità per i professionisti del marketing che desiderano acquistare podcast”.

“E nonostante l'enorme crescita del settore, con oltre 100 milioni di americani che ascoltano un podcast ogni mese, i creatori e le reti non hanno avuto un modo efficace per monetizzare completamente i loro contenuti e brand”.

"Con questa combinazione, per la prima volta ci sarà una piattaforma tecnologica per podcast in grado di riunire tutte le sorgenti di domanda con il più grande fornitore di inventory podcast, creando l'unica piattaforma tecnologica per podcast che "consolida tutti i mercati dei podcast in uno". Questo, conclude Baschieri, "rende l'acquisto più efficiente per acquirenti e venditori di pubblicità sui podcast e crean un vantaggio unico per gli oltre 10.000 editori di podcast che oggi fanno parte della rete Voxnest".

scopri altri contenuti su

ARTICOLI CORRELATI

12 OTTOBRE 2022 - ORE 9

Milano, Palazzo Mezanotte - Piazza Affari 6

iscriviti