• Programmatic
  • Engage conference

06/12/2022
di Teresa Nappi

Digital Advertising, quali saranno le tendenze per il nuovo anno? La risposta di Huawei Ads

Misurazione, personalizzazione e sostenibilità: ecco le keyword per il mercato pubblicitario online nel 2023 secondo la piattaforma del colosso cinese

Huawei-Ads-Digital-Advertising-2023.png

Huawei Ads condivide le sue riflessioni sull’anno passato e sulle tendenze che definiranno la pubblicità digitale nel 2023, definito dalle keyword misurazione, personalizzazione e sostenibilità.

A seguito della partecipazione all’evento Virtual Programmatic Day organizzato da IAB Europe, la piattaforma pubblicitaria - proprietaria del colosso cinese leader nel settore delle infrastrutture per le telecomunicazioni e tra i principali produttori di smartphone al mondo - analizza innanzitutto lo scenario che sta definendo il settore della pubblicità digitale, che si trova nel bel mezzo di una fase di grandi cambiamenti.

Dalla deprecazione dei cookie di terze parti, alle nuove abitudini post-pandemia dei consumatori, inserzionisti e brand pensano a un nuovo approccio più agile e adattabile per raggiungere il proprio pubblico.

Di fatto, la piattaforma pubblicitaria condivide con i principali player e analisti del settore l’idea che il 2022 abbia avuto un andamento altalenante. Iniziato all'insegna dell'ottimismo con il ritorno alla normalità, la preoccupazione degli inserzionisti è stata quella di raggiungere i consumatori in un nuovo scenario lavorativo in cui la modalità ibrida si è affermata portando le persone a utilizzare non più uno o due dispositivi, ma più device e in più luoghi diversi. 

In questo nuovo contesto, va inoltre tenuto conto che il tasso di abbandono degli utenti di una singola piattaforma è cresciuto notevolmente e gli utenti sono più propensi ad acquistare un prodotto se sono attirati su più canali.

Da queste considerazioni, nasce l’idea di Huawei di implementare un’offerta pensata per incorporare annunci personalizzati non solo su laptop o tablet, ma anche su smartwatch o dispositivi audio, all'interno dei feed di notizie o sulle pagine di Assistant o Search, per esempio. “Questo permette agli inserzionisti di raggiungere gli utenti in diversi micro-momenti e di coinvolgerli maggiormente”, commenta l’azienda in proposito. 

Cresce l’attenzione a misurazione e l’attenzione alla personalizzazione

In linea generale, va considerato come le sfide degli "ambienti senza cookie" e l'attuale clima economico stiano generando incertezza negli inserzionisti. Ma, nonostante questo, nel corso di quest’anno è emersa una maggiore attenzione alla misurazione e alle metriche, tendenza che, secondo Huawei Ads e i principali esperti del settore, si estenderà fino al 2023.

Inoltre, si concorda sul fatto che i brand debbano preferire annunci pertinenti e contestuali, automaticamente più personalizzati e che debbano abbandonare la nozione di dati di terze parti per abituarsi a lavorare con piattaforme di consenso che forniscano invece dati aggregati sugli utenti e offrano opzioni più olistiche a inserzionisti e brand.

La sostenibilità guiderà il cambiamento

Nel nuovo anno i partner pubblicitari di Huawei beneficeranno, inoltre, della capacità dell'azienda di fidelizzare gli utenti attraverso interazioni profonde e multi-touchpoint su tutti gli smart device e i servizi di localizzazione, ma l'azienda riconosce che anche la sostenibilità è molto importante per i suoi partner pubblicitari.

Secondo Huawei, la tecnologia contribuirà a un mondo migliore e più sostenibile. Dal punto di vista dei fornitori, per quanto riguarda il traffico, i cambiamenti in corso riguardano soprattutto tecnologie come l'header bidding, che riduce la latenza e migliora l'efficienza di piattaforme, siti web e app.

Il 5G, infine, contribuirà a migliorare lo scambio di dati e la latenza, favorendo anche in questo caso gli aspetti legati alla sostenibilità. In futuro, il 5G diventerà essenziale per la proposta di valore e le credenziali di sostenibilità di qualsiasi piattaforma pubblicitaria digitale. 

L’approccio e gli obiettivi di Huawei Ads

È chiaro, da quanto detto finora, che sono molte le sfide per gli inserzionisti e i brand quando si tratta di raggiungere e coinvolgere i clienti.

Vendere servizi e prodotti online significa competere non solo con altri marchi nel proprio mercato nazionale, ma anche a livello internazionale e questo ha avuto un impatto sul costo di acquisizione degli utenti. La preferenza per l'utilizzo di più dispositivi e canali sta generando il fenomeno del churn rate, con conseguenti problemi di fidelizzazione degli utenti, e per questo motivo diventa ancora più difficile creare partnership di successo a lungo termine.

Huawei considera queste sfide come opportunità di innovazione. L'azienda è presente in oltre 170 Paesi e dispone di metodi efficienti per raggiungere gli utenti, soprattutto in Europa.

Huawei Ads non solo serve più dispositivi e più canali, ma integra Huawei AppGallery, lo store di app proprietario di Huawei, e la rete display, oltre a Petal Search, motore di ricerca di Huawei.

Grazie all’ecosistema in cui la piattaforma Huawei Ads è integrata e ai pacchetti di supporto messi a disposizione da Huawei, gli inserzionisti riducono la perdita di utenti del 10%.

Aggregando i dati di tutto il traffico generato da Huawei attraverso la sua piattaforma, i dispositivi e l’ecosistema connesso all'IoT, nel prossimo anno Huawei Ads sarà in grado di offrire enormi efficienze e di ridurre i costi di media buying per i partner pubblicitari. Per questo motivo, dal lancio al di fuori della Cina nel 2020, oltre 2000 inserzionisti di più di 200 settori diversi hanno aderito alla piattaforma che ha attirato anche 360.000 editori.

Huawei ha deciso di differenziare la piattaforma di advertising dalle altre e i risultati che sta ottenendo per gli inserzionisti sono evidenti.

In un mondo incerto, con le sfide economiche che si prospettano nel 2023, Huawei mira a diventare il partner di riferimento per gli inserzionisti e i marchi che desiderano raggiungere un pubblico di massa su qualsiasi dispositivo utilizzato, grazie a un'esperienza pubblicitaria più efficace e personalizzata.

scopri altri contenuti su

ARTICOLI CORRELATI