• Programmatic
  • Engage conference

06/07/2022
di Simone Freddi

UPA22, Sassoli: «Mercato a -1% nel 2022. Il settore tiene, servono interventi per sostenere pubblicità e consumi»»

Il presidente degli investitori propone un nuovo bonus fiscale sull'advertising e un taglio dell'IVA su 200 prodotti. Capitolo ricerche: «Presentato all'AgCom un nuovo progetto di revisione con fusione Audipress-Audiweb»

Lorenzo Sassoli de Bianchi a UPA22

Lorenzo Sassoli de Bianchi a UPA22

UPA prevede per il mercato una chiusura 2022 in calo dell'1%, propone al governo “interventi drastici” per sostenere pubblicità e consumi e annuncia un nuovo accordo fra tutti i soci delle attuali “Audi” per il riassetto del sistema ricerche ufficiali sui mezzi, nell’ambito del quale Audiweb e Audipress saranno fuse, nella migliore delle ipotesi forse già entro inizio 2023.

E’ quanto ha annunciato oggi il presidente dell’associazione degli investitori pubblicitari Lorenzo Sassoli de Bianchi in occasione di UPA22, il tradizionale convegno che dopo tre anni è tornato il presenza al Teatro Strehler di Milano.

La pubblicità tiene ma servono interventi per sostenere investimenti e consumi

«Nonostante gli effetti combinati di pandemia, crisi di fiducia dei consumatori - diminuita di 14 punti percentuali dall’inizio dell’anno -, incertezza per il prolungarsi della guerra, fenomeni inflattivi e caro energia», la previsione di una chiusura dell’anno a -1%, «sa di stabilità e buona capacità di resistenza e terrà il mercato sopra gli 8 miliardi», ha sottlineato Sassoli dal palco dello Strehler (nella foto sotto).

«Il nostro settore ha reagito, ha fatto muro con la stabilità, ha capito che la pubblicità non è la prima prima voce di budget da tagliare», ha continuato il presidente dell’UPA che ha tuttavia avvertito: «Sono necessari alcuni interventi drastici per fronteggiare il prolungarsi di una stagione anomala sotto diversi profili, per ridare fiducia, rivitalizzare i media e sostenere i consumi». Sassoli ha dunque proposto «un bonus fiscale per gli investimenti pubblicitari sui media e l’abbattimento dell’IVA su duecento prodotti di prima necessità fino a tutto il 2023».

Un nuovo accordo per le Audi

Parlando del sistema delle ricerche sulle audience, da tempo al centro di un tentativo di riorganizzazione complessiva, il presidente ha espresso «massima soddisfazione per l’accordo trovato fra i soci delle attuali ricerche ufficiali sulle audience televisive, digitali e sulla lettura della stampa (Audipress, Audiweb e Auditel), che punta a ridisegnare il sistema delle ricerche. All’importanza della total audience per gli editori che hanno investito molto per offrire un’esperienza dei propri contenuti multi-device, si potrà affiancare l’importanza della total campaign per le aziende che sugli stessi editori investono per dare un futuro alle loro marche».

Parlando con i giornalisti a margine dell’assemblea, Sassoli ha fornito qualche dettaglio in più su questo tema. «Ai primi di giugno ho presentato all’Agcom una proposta di riformulazione del sistema delle Audi, che è stata ipotizzata da tutti i soci delle Audi stesse, in modo concorde», ha detto il presidente di UPA, riferendo che tale proposta prevede «la fusione di Audipress e Audiweb, di cui si era già parlato in passato, ma con una serie di nuovi dettagli tecnici che hanno permesso di superare le resistenze che il progetto finora aveva incontrato».

Per arrivare al via libera, «ci sono ancora dei passaggi da fare, dobbiamo aspettare le indicazioni dell'Agcom e ci sono delle tecnicalità che devono essere ancora definite ma a gennaio dell'anno prossimo credo possa nascere la nuova Audi, mi auguro con la soddisfazione di tutti».

Il nuovo scenario, ha detto ancora Sassoli, dovrebbe dare vita «ad una Audi prevalentemente digitale e ad una video-televisiva», con una divisione dei compiti comunque elastica. «Rimane il principio che sono gli editori che decidono dove farsi misurare, e l'Upa non può condizionare questa scelta».

Per quanto riguarda la pubblicità guidata dai dati, Sassoli ha detto che il consorzio UPA-Nessie , il “data lake” che ha come obiettivo quello di arricchire i dati di ogni partecipante, continua a crescere con nuove adesioni: a Bolton, Ferrero, Henkel, Nestlé, Perfetti, Piaggio e Valsoia si sono infatti aggiunti nel 2022 Lavazza e Barilla.

Dal palco del Teatro Strehler, Sassoli ha infine annunciato i due prossimi eventi promossi da UPA. A settembre è in programma Branding e- volution con il Politecnico, per riflettere sul ruolo delle marche nella nuova normalità phygital. A ottobre il secondo evento dedicato all’Influencer marketing, che continua a suscitare estremo interesse da parte delle aziende.

Gli altri interventi di UPA22

Dopo la relazione di Sassoli UPA22, quest'anno dal titolo “Rigenerazioni”, è proseguito con l’intervento di Giacomo Lasorella, Presidente Agcom (prima volta per un presidente di questo organismo all’assemblea UPA), che ha tra le altre cose riferito dell’apertura di una consultazione pubblica sui temi delle rilevazioni degli indici di ascolto. Quindi Marco Gay, Presidente Anitec-Assinform, Digital Magics, ha dedicato il proprio intervento al tema del digitale come abilitatore dell'economia del Paese e dell'ecosistema della comunicazione. In chiusura, Carlotta Ventura, Direttore Communication and Sustainability A2A, ha presento la campagna di Azzurra rivolta ai giovani. «Occorre (re-)imparare a parlare di sostenibilità in una prospettiva che nessuno aveva mai occupato: quella di dare voce ai ventenni che hanno idee e contenuti nuovi e che possono influenzare i nostri comportamenti», ha commentato Ventura.

scopri altri contenuti su

ARTICOLI CORRELATI