• Programmatic
  • Engage conference
13/09/2022
di Alessandra La Rosa

Conai conferma Connexia e lancia una nuova campagna di sensibilizzazione per il riciclo

conai.jpg

Conai conferma la collaborazione con Connexia e torna in comunicazione per festeggiare i 25 anni di attività con una nuova campagna creativa firmata dall'agenzia milanese.

Il progetto nasce dalla necessità di promuovere il messaggio-chiave del Consorzio: gli imballaggi sono risorse, non rifiuti, e, grazie ai processi di riciclo e recupero, possono rinascere, contribuendo a tutelare il pianeta.

E trae ispirazione proprio da questo concetto di rinascita l’idea di Connexia di utilizzare il mondo dell’arte per amplificare il messaggio, attraverso la realizzazione di una galleria fotografica dal titolo “Rinascimento per l’ambiente: con l’arte del riciclo, l’imballaggio diventa capolavoro”: acciaio, alluminio, carta, legno, plastica, bioplastica e vetro sono protagonisti di 14 scatti d’ispirazione rinascimentale, rivisitati in chiave moderna.


Leggi anche: TUTTI GLI SPOT E LE CAMPAGNE DEL 2022


A guidarci in questa galleria d’arte virtuale Nicolas Ballario, giornalista e curatore d’arte contemporanea che, in un branded content di sette puntate, racconta il parallelismo tra arte rinascimentale e riciclo: “L’essere umano al centro del mondo. Questo è il Rinascimento. Ed è proprio di questo che parla Rinascimento per l’Ambiente: dell’importanza dell’essere umano in relazione all’ambiente, che abitiamo e che abbiamo il dovere di proteggere”.

La galleria d’arte virtuale, ora visitabile sui canali Facebook, Instagram e YouTube del Consorzio e sul sito conai.org, è diventata anche una mostra fisica, che ha visto la sua anteprima al Meeting di Rimini 2022 e che verrà riproposta tra la fine del 2022 e l’inizio del nuovo anno.

“Siamo davvero molto soddisfatti della solida collaborazione con Conai e del concept alla base del progetto ‘Rinascimento per l’ambiente’ – dichiara Massimiliano Trisolino, Managing Partner Strategy & Creativity di Connexia –. La campagna racconta valori a cui siamo particolarmente legati, in primis l’importanza della tutela dell’ambiente. Siamo convinti che utilizzare in maniera disruptive diverse forme espressive e coinvolgere il mondo dell’Arte possa essere un modo efficace per promuovere una nuova visione dei rifiuti, esaltandone il valore intrinseco e il contributo potenziale nella riduzione dell’impatto dell’uomo sul Pianeta. Una sperimentazione creativa che ci appassiona e che speriamo coinvolga e sensibilizzi un pubblico il più vasto possibile”.


Leggi anche: CONNEXIA AVVIA L’ITER PER DIVENTARE B CORP E PUNTA A CHIUDERE IL 2022 CON RICAVI A 25 MILIONI DI EURO


“Un nuovo modo di omaggiare i sette materiali di imballaggio - acciaio, alluminio, carta, legno, plastica, bioplastica e vetro - attraverso il linguaggio dell’arte. – commenta Luca Ruini, Presidente Conai -. È sempre più importante considerare questa tipologia di scarti come risorse prodotte dalle nostre città, vere e proprie ‘miniere metropolitane’. Questi 14 scatti ce lo ricordano. Tra le mani dei personaggi di ‘Rinascimento per l’ambiente’ gli imballi diventano oggetti preziosi, che possono trasformarsi e trovare una seconda, nuova vita. E proprio noi Italiani, che viviamo nel Paese culla del Rinascimento, ne siamo consapevoli: l’Italia è, infatti, il primo tra i maggiori Paesi europei per riciclo pro-capite di imballaggi”.

Di seguito un video della nuova campagna pubblicitaria Conai e i crediti.

Crediti campagna pubblicitaria Conai:

  • Agenzia creativa – Connexia
  • Creative Director – Anna Vasta e Adriano Aricò
  • Client Director – Francesco Ferrario
  • Senior Account – Filippo Di Lella
  • Social Media Manager – Federica Oggioni  
  • Media – Silvia Franco, Nicola Marciano e Letizia Loddo
  • Consulenza artistica – Nicolas Ballario

Shooting fotografico

  • Cdp: Basement
  • Fotografia – Giovanna Marra, Studio Cirasa

Branded Content 

  • CdP: Connexia Media House
  • Regia e Montaggio – Simone Saponieri
  • DOP – Alberto Cammarano
  • Producer – Giulia Moroni e Giulia Vigna
  • Foto e DIT – Giovanni De Mojana

scopri altri contenuti su

ARTICOLI CORRELATI