• Programmatic
  • Engage conference

22/05/2019
di Andrea Salvadori

Campari Soda: tv e online per il nuovo corso, a Ogilvy creatività e digital

Il gruppo beverage ha scelto l'agenzia di Wpp per la campagna dell'aperitivo "Senza Etichette" e anche per gli spot italiani del Bitter. Il planning è di Mindshare

Giorgia Vago

Giorgia Vago

Gruppo Campari punta su Ogilvy per il piano di riposizionamento di Campari Soda e per le campagne pubblicitarie italiane del Bitter. «Dopo un pitch che ha coinvolto quattro agenzie, abbiamo deciso di affidare a Ogilvy l’incarico creativo e digital per il nuovo corso di Campari Soda», spiega Giorgia Vago, Group Brand Manager dei marchi Campari e Vermouth in Gruppo Campari. Le altre agenzie in gara erano l’uscente Havas Milan, VMLY&R e Publicis. «In seguito, abbiamo affidato a Ogilvy anche la comunicazione del Bitter ma solo per la creatività, gestita prima sempre da Havas Milan, con We Are Social confermata invece per il digitale», mentre il progetto internazionale dei Red Diaries continua ad essere seguito da Wunderman Thompson. Gruppo Campari lavora dall’estate del 2017 sul fronte pubblicitario con un pool di agenzie di Wpp Italia con un accordo però non di esclusiva. Campari Soda ha ora dunque un nuovo logo, un progetto in questo caso realizzato da RobilantAssociati, e da domenica 26 maggio tornerà in comunicazione con il nuovo concept pubblicitario dell’aperitivo “Senza Etichette, dal 1932”. Un’idea, spiega Giuseppe Mastromatteo, Chief Creative Office di Ogilvy, «nata dalla semplice constatazione che la bottiglietta del Campari Soda non ha etichette. Nella campagna abbiamo pensato di evidenziare come questa assenza sia qualcosa non solo di fisico ma anche di concettuale. Lo spot mette dunque in luce l’autenticità legata al prodotto; chi lo sceglie, chi lo beve è, appunto, senza etichette, si presenta per quello che è, non si nasconde dietro una maschera, non bada alle apparenze, non ha preconcetti o pregiudizi». Il richiamo dell’anno di nascita invece, il 1932, «vuole ricordare la geniale intuizione di Davide Campari, il quale creò il primo aperitivo monodose della storia e chiese al futurista Fortunato Depero di disegnare l’inconfondibile bottiglietta a forma di calice rovesciato da 9,8 cl», dice Giorgia Vago. Lo spot, girato a Milano e in Puglia (Lecce, Gallipoli e Tricase) dalla cdp The Family e dal regista Antony Hoffman, con "Boom Boom" di John Lee Hooker come colonna sonora, è stato pianificato da Mindshare fino a metà giugno sulle principali reti televisive generaliste, tematiche e satellitari. «Altri due flight sono stati programmati nel corso dell’anno, a luglio e a cavallo tra settembre e ottobre». Tre i tagli che saranno proposti, il 40 secondi, il 30 e il 15. Tanto spazio quindi al digitale, «un media su cui investiamo di più: in programma una campagna video e una serie di attività sui social legate sempre al concetto del “Senza Etichette”».  Giorgia Vago Televisione, digitale ma anche relazioni pubbliche, da quest’anno affidate dopo gara a Hill+Knowlton Strategies, e tanti eventi. «Siamo partiti con Piano City, la tre giorni musicale svoltasi lo scorso weekend a Milano, dove abbiamo coinvolto anche tre influencer, Fabio Novembre, Giorgia Surina ed Elena Brughieri, protagonisti di una serie di Storie su Instagram. Nel corso dell’anno organizzeremo quindi un tour nei locali e legheremo sicuramente Campari Soda ad iniziative relative al mondo design». Giorgia Vago

Credit

Ogilvy Chief Creative Officer: Giuseppe Mastromatteo, Client Creative Director: Gigi Pasquinelli, Federica Saraniti Senior Art Director: Nicolò Mondonico Senior Copywriter: Alberto Crignola, Account Director: Claudia Lucchini Account Executive: Sofia Molteni Tv Producer: Francesca D’Agostino Senior Digital Strategist: Claudia Biccari Social Media Manager: Antonio Jorgaqi

The Family

Executive Producer: Lorenzo Ulivieri Producer: Danielle Joujou Regia: Antony Hoffman DOP: Luca Esposito Scenografia: Andrea Rosso Costumista: Roberto Chiocchi Montatore: Marcello Sanna Producer post: Barbara Calicchio Post audio: Eccetera Post video: You are Musica: Boom Boom di John Lee Hooker

Images: FM

Direttore Artistico: Simone Adami Photographer: Matteo Simone Bottin Producer: Mauro Balducci Post production: Andrea Magna Post production: Simona Lamacchia

scopri altri contenuti su

ARTICOLI CORRELATI