• Programmatic
  • Engage conference

di Andrea Salvadori

Tim: in partenza la gara per creatività, media, social e web

La società guidata dall'a.d. Luigi Gubitosi ha richiesto ai principali gruppi di comunicazione operativi nel paese di presentare, non più tardi dei primi giorni della prossima settimana, le credenziali per prendere parte alla consultazione

TIM-gara.jpg

Era attesa dal mercato e ora sta per partire. E' la gara pubblicitaria di Tim, uno dei più importanti investitori del mercato italiano. Dopo la consultazione creativa avviata alla fine dello scorso anno e poi sospesa, la società di telecomunicazioni ha ora inviato ai principali gruppi di comunicazione operativi nel paese la richiesta di presentare, se interessati e non più tardi dei primi giorni della prossima settimana, le proprie credenziali per prendere parte ad una gara che riguarda anche le attività media e digitali. Tim è alla ricerca di un unico gruppo di comunicazione per la gestione dei servizi di creatività pubblicitaria, per la pianificazione e l'acquisto degli spazi pubblicitari e per le strategie social e il web monitoring. Alle holding che intendono partecipare al pitch è stato dunque chiesto di proporre team composti da tre agenzie specializzate in queste discipline. Queste agenzie, pena la non ammissione alla consultazione, non devono lavorare per altri operatori telefonici né per Sky Italia, che la prossima primavera dovrebbe entrare nel mercato mobile. Attualmente gli incarichi sono in capo ad Havas Italia, società che fa capo a Vivendi, principale azionista di Tim con il 23,9% delle quote ma esclusa dalla gestione della società dallo scorso maggio, quando il controllo del cda è passato al fondo americano Elliott. L'agenzia creativa Havas Milan lavora da diversi anni con la società di telefonia, mentre Havas Media ha avviato la collaborazione con Tim a inizio 2017 dopo essersi imposta in una gara a cui avevano preso parte anche l'allora uscente Maxus di GroupM, Omnicom Media Group e Dentsu Aegis Network. Il contratto con Havas Media ha una durata triennale e scadrà dunque alla fine del 2019. All'invito di Tim risponderanno positivamente Havas Italia, Omnicom Group, Publicis Groupe e Gruppo Armando Testa, mentre tra le società invitate figura anche, secondo quanto risulta ad Engage, Wpp Italia. luca-josi In Tim l'area della pubblicità è seguita da Luca Josi, che proprio di recente è stato promosso da Luigi Gubitosi, amministratore delegato e direttore generale di Tim dallo scorso novembre, direttore Brand Strategy Media & Multimedia Entertainment, allargando le sue responsabilità a Tim Vision. Analizzando la rosa di partner pubblicitari delle altre società di telefonia, Wpp Italia si occupa oggi, attraverso il Team Red e Wavemaker, di Vodafone. Sempre Wavemeker gestisce la pianificazione pubblicitaria di Sky Italia, mentre Dentsu Aegis Network ha tra i suoi clienti il gruppo Wind Tre, la compagnia che lo scorso anno ha scelto, a seguito di una serie di gare, Tbwa|Italia (Omnicom Group) per la creatività, Triboo per la comunicazione online e H48 per le strategie social. Iliad, l'ultimo operatore ad entrare nel mercato italiano, lavora con Ddb per la creatività e Phd per il media, entrambe agenzie di Omnicom Group. In Publicis Groupe l'agenzia Publicis è diventata infine di recente uno dei partner pubblicitari di Sky per la creatività.  

scopri altri contenuti su

ARTICOLI CORRELATI