• Programmatic
  • Engage conference

di Andrea Salvadori

Benetton: a Wavemaker consulenza strategica e offline, il digital a Dentsu AN

La società guidata da Luciano Benetton conferma il centro media di GroupM di cui è ceo Luca Vergani e accoglie tra i suoi partner il gruppo guidato da Paolo Stucchi

benetton.jpg

Gruppo Benetton conferma Wavemaker per la consulenza strategica e la gestione dei media offline, e affida a Dentsu Aegis Network la pianificazione dei media digitali. Secondo quanto risulta a Engage, il gruppo di Ponzano Veneto che controlla i marchi United Colors of Benetton e Sisley avrebbe infatti appena chiuso la gara avviata per la definizione delle società che si occuperanno della pianificazione e dell’acquisto degli spazi pubblicitari in Italia e all'estero. Wavemaker, il centro media di GroupM guidato da Luca Vergani, continuerà dunque ad occuparsi della consulenza strategica e delle pianificazione sui media classici, mentre Dentsu Aegis Network, il gruppo guidato in Italia dal Ceo Paolo Stucchi, acquisisce un nuovo cliente assicurandosi i media digitali (di cui se ne occuperà Simple Agency). Un business, quest'ultimo, gestito sino ad oggi in parte da Wavemaker (per l'awareness) e, per le attività di performance marketing, da altri operatori. I mezzi su cui Benetton investe in genere di più sono l’out of home (di cui in Italia se ne occupa da anni, e continuerà a farlo, l'agenzia Creative Media), la stampa quotidiana e periodica, l’online e le piattaforme social. Gruppo Benetton è al centro di un paio di rilancio messo a punto da Luciano Benetton. Riprese in mano nel 2017 le redini dell’azienda, reduce da un periodo di bilanci in perdita e vendite in calo, il fondatore del gruppo ha deciso di richiamare Oliviero Toscani per la realizzazione delle campagne pubblicitarie del marchio, riformando così una delle coppie più fortunate della storia della pubblicità internazionale. Toscani ha deciso di puntare su uno dei temi di più stretta attualità realizzando una serie di scatti fotografici a favore dell'integrazione con la dichiarata volontà di abbattere timori e diffidenze nei confronti degli immigrati. “Il problema del mondo attuale è l’integrazione”, ha detto il fotografo. “Il futuro si giocherà su quanto e come sapremo usare la nostra intelligenza per integrare il diverso, superando le paure”. Un tema affrontato anche dall'ultima campagna del brand lanciata giusto qualche settimana fa con un'unica uscita sul Corriere della Sera e la Repubblica. Protagonisti dello scatto di Toscani sono stati l'84enne ed italiano Luciano Benetton e la 18enne e sudanese Ayak Mading, due persone diverse per genere, età, colore della pelle, suggerisce la creatività, ma con lo stesso sorriso di chi guarda al futuro. L’hub creativo di Benetton è infine sempre Fabrica, la società guidata dal 2015 dal presidente e amministratore delegato Carlo Tunioli.

scopri altri contenuti su

ARTICOLI CORRELATI