• Programmatic
  • Engage conference

15/07/2021
di Lorenzo Mosciatti

Uniting Group, fatturato di oltre 12,4 milioni di euro e un Ebitda di 1 milione nel 2020

Numeri positivi per la holding cui fanno capo le agenzie Kiwi, Flu e All Communication

Alessandro Talenti

Alessandro Talenti

Uniting Group archivia un 2020 positivo, in cui ha saputo far fronte a una situazione senza precedenti derivante dalla pandemia “grazie a visione, resilienza e coraggio nel continuare il proprio percorso di investimenti, veri elementi differenzianti messi in campo dal gruppo”, si legge nella nota stampa.   

Guardando alle cifre finali, i numeri mostrano un fatturato aggregato di oltre 12,4 milioni di euro, in crescita dell'8% rispetto al 2019, e un Ebitda pari al 9% sul fatturato consolidato (1 milioni di euro), risultati raggiunti grazie al lavoro sinergico di tutte le unit di Uniting Group.

In particolar modo è stato un 2020 ricco di soddisfazioni per Kiwi, la unit creativa nativa digitale del gruppo, che ha chiuso l’anno con un fatturato di 3,79 milioni di euro e un Ebitda del 12,6%, e Flu, la realtà specializzata in influencer marketing, forte di un fatturato di 1,45 milioni di euro e un Ebitda del 13%.

Numeri positivi anche per All Communication, la unit specializzata in strategie e attività di comunicazione below the line, che, nonostante un core business influenzato grandemente dalla situazione pandemica, chiude con 7 milioni di fatturato e un Ebitda del 7%.


Leggi anche: UNITING GROUP ANNUNCIA ULTERIORI INGRESSI E INVESTIMENTI STRATEGICI


“Anche in un anno così imprevedibile e sfidante come il 2020 non abbiamo mai smesso di credere nella nostra value proposition, proseguendo con un modello di lavoro che, come diretta conseguenza, ci ha permesso di consolidare il nostro posizionamento nel settore e il nostro trend positivo di crescita”, dichiara Alessandro Talenti, Chief Executive Officer di Uniting Group. “A fare la differenza è stata la nostra capacità di interpretare al meglio i cambiamenti e le nuove esigenze di business e una buona dose di coraggio nel continuare un percorso di investimenti destinati in particolar modo alla ricerca e l’inserimento di figure professionali strategiche, fondamentali nel portare un valore aggiunto in termini di expertise per il Gruppo. Tra gli obiettivi che ci poniamo per l’immediato futuro, abbiamo l’ambizione di posizionarci come punto di riferimento all’interno del mercato attuale, mai come ora dinamico, fluido e soggetto a veloci cambiamenti”. 

Nel corso del 2020, come già comunicato al mercato, sono numerose le novità che coinvolgeranno in modo verticale ognuna delle agenzie: Kiwi punterà a consolidare la sua posizione sul mercato grazie al lancio delle nuove linee di business branded content e digital design, Flu proseguirà il suo processo di crescita investendo in modo significativo sull’area tech e All Communication beneficerà di una riorganizzazione, sviluppata a partire da una nuova proposition per l’agenzia, con l’obiettivo di un importante rilancio.

scopri altri contenuti su

ARTICOLI CORRELATI