• Programmatic
  • Engage conference

20/07/2020
di Caterina Varpi

Invitalia cerca un centro media per le campagne sul passaggio al nuovo standard DVB-T2

L’investimento è di un totale di 7.675.235 euro in tre anni. Il media mix comprende tv, radio, digital, stampa e affissioni

TV-invitalia-730.jpg

L'Agenzia nazionale per l’attrazione degli investimenti e lo sviluppo d’impresa S.p.A. – Invitalia - ha emesso un bando di gara per la pianifiazione degli spazi media per le campagne di comunicazione che avranno come oggetto il passaggio ai nuovi tandard delle tv, DVBT2/HEVC, per cui è stato predisposto il bonus tv.

L’investimento stimato, IVA esclusa, per le campagne di comunicazione 2020-2022 è di un totale di 7.675.235 euro.

La Direzione generale per i servizi di comunicazione elettronica, di radiodiffusione e postali (DGSCERP) del Mise ha affidato, infatti, a Invitalia,  le attività di “supporto ed assistenza tecnica finalizzate alla realizzazione delle attività di comunicazione per la transizione verso le tecnologie DVBT2/HEVC”, come le attività di selezione dei fornitori necessari alla realizzazione delle campagne di comunicazione, si spiega nel capitolato.

L’oggetto della fornitura è costituito dallo svolgimento del servizio di centro media per le campagne pubblicitarie svolte da quest'anno al giugno 2022 a favore dei cittadini italiani per far fronte al cambio delle tecnologie di trasmissione dei programmi, utilizzando un media mix che comprenda tutti i canali: testate giornalistiche cartacee e web, TV, affissioni fisse e mobili (in particolare nei centri commerciali in prossimità dei negozi di elettronica di consumo), web (siti commerciali, blog, social), emittenti radiofoniche con elevati ascolti.

Come conseguenza dell’emergenza Covid19 e del rinvio degli eventi sportivi (Europei di calcio e Olimpiadi), si ipotizza, si legge nel capitolato, la realizzazione del primo flight nel periodo novembre/dicembre 2020 in occasione delle festività natalizie ed i successivi da concordarsi con la committente. A tal fine, si prevede la realizzazione di uno spot dalla spiccata componente creativa finalizzata alla promozione della piattaforma DVB-T2 (Spot TV 30’’ / 15’’ / 7‘’, Spot radiofonico 15’’, e adattamenti immagine coordinata Below The Line).

Il budget dovrà essere così ripartito: agli spazi TV va il 40 %, alla Radio 15%, alla Carta stampata 35%, a Web e social media 7%, alle Affissioni (in particolare digitali) 3%. La durata del servizio sarà pari a 26 mesi a partire dalla data di sottoscrizione del contratto. L'appalto non è rinnovabile. La fine della presentazione delle offerte è l'8 settembre.

scopri altri contenuti su

ARTICOLI CORRELATI