• Programmatic
  • Engage conference

02/10/2020
di Lorenzo Mosciatti

Nasce 4eCom, la prima associazione italiana che sostiene le piattaforme e i servizi Made in Italy per gli ecommerce

L’intuizione arriva da quattro imprenditori digitali: Marianna Chillau, Roberto Fumarola, Massimo Fattoretto e Davide Lugli

banner-4ecom.jpg

Negli ultimi anni il mercato ha assistito ad una profonda trasformazione del commercio online. Sono ben 38 milioni i consumatori italiani che scelgono di acquistare sul web e si stima che entro il 2023 diventeranno 41 milioni. Il settore ecommerce nel 2019 ha fatturato 48,5 miliardi di euro e, nello stesso anno, sono stati 6.968 gli imprenditori che hanno deciso di avviare la loro attività di vendita online, il 20% in più rispetto al 2018.

Per far fronte a questa improvvisa espansione del mercato, sono nate centinaia di piattaforme e servizi dei quali gli ecommerce manager possono avvalersi per ottimizzare il loro business. Ma come scegliere i servizi più adatti alle specifiche esigenze? Come fare per non perdere la bussola e rimanere aggiornati sulle innovazioni nel settore delle vendite online? Ma soprattutto, quali sono le proposte italiane in questo ambito?

La risposta arriva da 4eCom, la prima associazione italiana che si pone l’obiettivo di sostenere e dare visibilità a tutti quegli imprenditori che rappresentano l’eccellenza italiana nello sviluppo di soluzioni per ecommerce. Come? Dando loro uno spazio reale e virtuale in cui incontrarsi e creare connessioni. 

L’intuizione arriva da quattro imprenditori digitali: Marianna Chillau, imprenditrice specializzata in ambito digital e presidente di 4eCom, Roberto Fumarola, che ricopre il ruolo di vice presidente, Massimo Fattoretto e Davide Lugli, scelti come segretari. I quattro siedono nel consiglio direttivo dell’associazione. 

I quattro fondatori di 4eCom

I quattro fondatori di 4eCom

Le soluzioni Made in Italy al centro del progettO

“Inizialmente 4eCom è nato come un semplice evento”, racconta Roberto Fumarola. “Nel 2017 Marianna, Davide ed io abbiamo invitato i nostri clienti a Milano per condividere con altri emerchant novità nel marketing e nella gestione degli shop online. Non immaginavamo che dopo 3 anni 4eCom potesse diventare un appuntamento fisso con più di 500 ecommerce manager, 450 incontri one-to-one e 30 speaker presenti. E adesso un nuovo e importante traguardo: diventare un’associazione per promuovere la cultura dell’ecommerce in Italia”.

I progetti in programma sono numerosi, ma una costante sarà rappresentata dalla voce degli associati, che continueranno ad essere i protagonisti della scena. La vera novità, e allo stesso tempo la grande sfida, sarà portare gli imprenditori e le loro idee in tutto il paese in una maniera ibrida, tra fisico e digitale, attraverso dei format itineranti.

Per favorire lo sviluppo e la promozione dell’ecommerce e dalla cultura digitale, gli associati potranno scegliere un argomento specifico ed ospitare un proprio evento 4eCom nella loro città. Si parte con un primo evento dedicato al Black Friday, a Bari, a cui seguirà il main event di Milano. Saranno serate interamente dedicate alle piattaforme e ai servizi italiani per ecommerce, incontri, business case, workshop e tanto networking.

Non solo eventi e networking

L’associazione vuole contribuire attivamente alla creazione di un contesto italiano favorevole all’ecommerce attraverso momenti di formazione e informazione dedicati agli imprenditori digitali. Per questo 4eCom organizzerà MeetUp mensili tra associati, dibattiti a livello nazionale e internazionale per favorire il confronto tra realtà eterogenee, creando sinergia tra i mercati italiani ed esteri. Inoltre, riunendosi sotto il cappello associativo 4eCom sarà possibile effettuare l’acquisto comune di spazi all’interno di fiere internazionali, permettendo agli associati di andare oltre la scena locale.

“Vogliamo dare il giusto riconoscimento, che in Italia manca, al duro lavoro degli imprenditori nel settore digitale”, spiega la presidente Marianna Chillau. “In 4eCom vogliamo supportare le aziende del mondo digitale che con sacrificio e costanza contribuiscono a creare valore per il nostro Paese, in particolare, tutte quelle che creano posti di lavoro e pagano le tasse, qui, in Italia. All’estero possiamo trovare realtà ben consolidate che danno supporto alle imprese digitali, come La French Tech o la spagnola Adigital. Perché non fare lo stesso anche in Italia?”.

I nomi dei primi associati di 4eCom

L’associazione rappresenta gli imprenditori operanti nel settore piattaforme e servizi per ecommerce che hanno sede in Italia. Tra i primi associati figurano le aziende fondatrici (Transactionale, Fattoretto Agency, Digital Millers e Qaplà). Ad oggi si possono annoverare più di 20 nuovi soci, tra cui troviamo importanti realtà italiane come Storeden, Feedaty, Syfer, Polimeni legal, Vte Next. La partecipazione agli eventi e alle attività di 4eCom sarà gratuita per tutti gli associati.

Gli imprenditori italiani che vorranno prendervi parte potranno farlo iscrivendosi sul sito www.4ecom.it o scrivendo a info@4ecom.it.

scopri altri contenuti su

ARTICOLI CORRELATI