• Programmatic
  • Engage conference

The Shopping Experience

A cura di Havas Media

eCommerce: tendenze e scenari di un settore in costante crescita ed evoluzione.

Come rimanere sempre aggiornati, riuscire a distinguersi e creare esperienze di acquisto più significative per i consumatori.

27/04/2021
di Havas Media

Come creare il proprio sito eCommerce: da dove iniziare

Nei primi anni 2000, quando sono entrato nel mondo del lavoro, le realtà che vendevano online in Italia erano pochissime. Ho avuto la grande fortuna di fare il mio primo stage proprio in una di quelle. Ricordo ancora gli enormi sforzi dei tempi per costruire un sito web performante e in grado di rispondere alle continue esigenze di un business che per moltissimi, soprattutto in Italia, non esisteva ancora: la vendita online.

Inevitabilmente, in quegli anni ci si avvaleva di soluzioni custom sviluppate internamente o di alternative internazionali come Intershop, pioniere nel settore delle vendite online, nato nel 1995 in Germania e approdato in Italia “solo” nel 2005. 

E oggi a che punto siamo? Sul mercato si possono trovare numerose soluzioni adatte a qualsiasi tipologia di business e disponibilità economica, comprese piattaforme gratuite inimmaginabili solo qualche anno fa. 

Di seguito le quattro piattaforme eCommerce più adottate nel mondo (tra i TOP 1M siti eCommerce per traffico), secondo una statistica del portale builtwith.

WooCommerce – la più famosa soluzione open-source di eCommerce al mondo. Piattaforma di base gratuita (hosting a pagamento), flessibile e allargata attraverso una commmunity globale. Grazie alla libertà dell’open-source si può mantenere la piena proprietà di contenuti e dati del negozio. Un’ottima soluzione sia per principianti sia per esperti.

Shopify – piattaforma cresciuta del 400% nel primo semestre del 2020 in Italia. I suoi punti di forza sono semplicità di utilizzo, rapidità di creazione di un negozio online, hosting velocissimo e affidabile compreso nel prezzo e infine le numerose funzioni disponibili tramite lo “Shopify App Store”. I prezzi partono da 29 dollari al mese (versione Basic) per piccole e medie realtà, fino ad arrivare a 2000 dollari al mese con la soluzione Shopify Plus in versione Enterprise per grandi aziende.

Magento – acquisita da Adobe nel 2019, è stata la piattaforma di riferimento e leader di mercato fino a qualche anno fa. Offre agilità e flessibilità su tutti i punti di contatto con i clienti, sia in ambito B2B che B2C. Magento Commerce è un Content Management System (CMS) open source flessibile, personalizzabile, altamente intuitivo e adattabile ad ogni tipo di esigenza. Si configura come una soluzione per medie e grandi aziende, con costi di ingresso a partire da minimo 10.000 euro (Magento 2).

Prestashop – soluzione open source nata in Francia nel 2007, è una piattaforma completa, innovativa ed efficace che consente di creare un negozio online e sviluppare le proprie attività. Non richiede nessun costo mensile o commissione sulle vendite, e viene utilizzata sia da piccole realtà che da grandi imprese che gestiscono volumi importanti.

Nonostante le innumerevoli soluzioni presenti sul mercato, la piattaforma perfetta in assoluto non esiste. 

Le variabili da considerare nella scelta di un CMS sono tante: da quelle tecniche a quelle ancora più importanti che riguardano il business che si vuole gestire.

Dal punto di vista tecnico, alcuni dei fattori da tenere in considerazione nella scelta della piattaforma “ideale” vanno dalla semplicità e velocità di integrazione, alla possibilità di gestire al meglio ogni aspetto del business: catalogo prodotti, modulo ordini, valute, lingue, gestione incassi e fatturazione, etc.

Ma prima ancora di analizzare gli aspetti tecnici è fondamentale che a guidare la scelta sia proprio il tipo di business che si gestisce, come ad esempio le categorie merceologiche trattate e la quantità dei prodotti in vendita, il pubblico a cui si vuole vendere e dove, l’eventuale necessità di gestire cataloghi diversi per country, multi-valuta e in più lingue, la quantità di canali di vendita da gestire e la necessità di integrazione con punti vendita fisici o con canali marketplace, o ancora i metodi di pagamento e le modalità di spedizione offerte.

Questi sono solo alcuni degli aspetti da valutare per potersi orientare al meglio verso la piattaforma più idonea alle proprie necessità. Il nostro ruolo, e di Havas Market in particolare, risiede quindi nel saper guidare i clienti tra le numerose offerte presenti sul mercato, indicando le soluzioni più adatte per le specifiche necessità del business.

Nel prossimo articolo del 25 maggio faremo un approfondimento sui nuovi metodi di pagamento online.

Per approfondimenti: roberto.addeo@havasmg.com, Head of eCommerce di Havas Media Group.