• Programmatic
  • Engage conference

08/01/2020
di Alessandra La Rosa

PubMatic lancia Identity Hub, soluzione che "mette d'accordo" molteplici ID

La novità, già disponibile, si propone di massimizzare da un lato i ricavi degli editori e dall'altro le performance delle campagne e il ROI degli inserzionisti

pubmatic-620x413-600x400.jpg

PubMatic ha annunciato il lancio di Identity Hub, una nuova soluzione per la gestione dell'identity. Il prodotto, parte del modulo Prebid User ID della società, rende più facile per gli editori monetizzare in maniera programmatica le property, e per i buyer riconoscere audience interessanti e fare offerte per raggiungerle, in un momento in cui i cookie di terze parti stanno avendo sempre più restrizioni. Identity Hub consente infatti agli editori di supportare in maniera veloce e fluida molteplici ID per ogni impression pubblicitaria, assicurando così che i buyer possano riconoscere le audience dell'editore e offrire di più nelle aste per quelle inventory, massimizzando da un lato i ricavi degli editori e dall'altro le performance delle campagne e il ROI degli inserzionisti. «Con l'ecosistema della pubblicità digitale che cerca con urgenza soluzioni per individuare le audience in maniera consumer-friendly, la rapida espansione degli ID sta creando una sempre maggiore complessità. Inserzionisti ed editori hanno bisogno non di più, ma di meno confusione», ha spiegato Ankur Srivastava, director of product management di PubMatic. «Identity Hub di PubMatic risponde a questa sfida semplificando l'uso di molteplici ID attraverso una soluzione intuitiva e semplice da gestire», ha aggiunto. Identity Hub è attualmente disponibile sia in versione pre-integrata in OpenWrap, il wrapper "Prebid-first" di PubMatic, sia come soluzione stand-alone per gli editori che usano altri wrapper di header bidding.

scopri altri contenuti su

ARTICOLI CORRELATI