• Programmatic
  • Engage conference
14/03/2023
di Lorenzo Mosciatti

“La fame non è un gioco”: al via il nuovo spot di Amref prodotto da Visionaria Film

Fiorella Mannoia, Martin Castrogiovanni, Gabriele Cirilli e Gigio Alberti sono i protagonisti del film, ideato e diretto da Luca e Marcello Lucini

Amref_Visionariafilm_Backstage_04_photo@Ivan_Sarfatti.jpg

Amref lancia la campagna di raccolta fondi contro la crisi alimentare in Africa, accompagnata dallo spot in onda sulle reti Rai, Mediaset, La7 e Sky fino al 29 aprile 2023.

Ideato e diretto dai registi Luca e Marcello Lucini, prodotto da Visionaria Film e con protagonisti Fiorella Mannoia, Martin Castrogiovanni, Gabriele Cirilli e Gigio Alberti, lo spot è in onda sulle reti Rai, con il sostegno di Rai Per la Sostenibilità - ESG, dal 6 al 12 marzo, sulle reti Mediaset dal 19 al 25 marzo, su La7 dal 3 al 9 aprile e sulle reti SKY dal 16 al 29 aprile.

“Cibo, clima e aumento dei prezzi: un africano su cinque soffre a causa della fame, si stima che 140 milioni di persone in Africa stiano affrontando una grave insicurezza alimentare”, spiega Fabio Bellumore, capo ufficio stampa di Amref. “Le proiezioni indicano che nel 2030 ancora 670 milioni di persone, pari all’8% della popolazione mondiale, soffriranno la fame. L’Africa continua a essere la regione del mondo più colpita. Proprio contro la crisi alimentare in Africa, Amref lancia la campagna di raccolta fondi ‘La fame non è un gioco’ con l'obiettivo di raggiungere e portare assistenza ad oltre 315mila persone. Si potrà donare con sms solidale o rete fissa attraverso il numero 45537”.

Grazie ai suoi sostenitori Amref garantisce acqua pulita, cure mediche, cibo, formazione e sensibilizzazione a 60 milioni di persone ogni anno, in più di 30 Paesi dell’Africa. “Supportare questa campagna di Amref vuol dire salvare dalla fame e garantire un futuro a più di 315.000 persone”, afferma Guglielmo Micucci, Direttore di Amref Italia.

Con la campagna “La fame non è un gioco”, cui aderiscono anche gli storici amici di Amref Caterina Murino, PIF, Dario Vergassola insieme agli sportivi Hervé Barmasse, Giovanni Soldini e Max Sirena, Amref mira a rafforzare gli interventi attivi nelle aree più fragili di Burkina Faso, Sud Sudan e nelle zone semi-desertiche dell’Etiopia e del Kenya.

I fratelli Lucini: “Nostro padre e quel privilegio di pensare agli altri” 

I registi Luca e Marcello Lucini, che hanno firmato lo spot, coltivano un lungo e intenso rapporto con le attività solidali alle quali prestano il loro supporto appena possono. “Il legame con il mondo solidale ci appartiene da sempre perché già da quando eravamo bambini nostro padre, che è stato Vice presidente di Fratelli dell'Uomo (che è poi diventata parte di Amref, ndr) ci ha insegnato il privilegio di pensare agli altri”, ricorda Luca Lucini. “Ci sono stati tanti Natali in cui abbiamo fatto da volontari, per cui è un’impronta con cui siamo orgogliosamente cresciuti. Di Amref in particolare noi condividiamo da sempre non solo la missione e i valori ma ne apprezziamo l'approccio, il modo di lavorare nei territori interessati con le comunità, che rimangono i protagonisti delle soluzioni”. 

“Di fatto la nostra vicinanza a questo mondo è rimasta una costante sia a livello personale, che a livello professionale. Io stesso ho iniziato la carriera proprio girando degli spot solidali come Telefono Azzurro e Vidas e Luca ha anche vinto il Leone d'Oro a Cannes con il corto Coordown”, aggiunge Marcello Lucini.

La produzione dello spot

Lo spot rappresenta una scena in cui quattro giocatori, i quattro “testimonial”, sono impegnati in un gioco da tavola con dadi e carte. Nei giochi da tavola con gesti molto semplici si può fare qualsiasi azione e provocare qualsiasi reazione, basta tirare i dadi e pescare una carta per provocare un attacco, distruggere un avversario, farlo fallire o ribaltare le sorti in un momento. 

“È stata un'esperienza emozionante e una produzione di eccezionale livello" sottolinea Daniele Cantalupo, Produttore di Visionaria Film. “L’efficacia di questo spot scaturisce da un’idea creativa di grande forza narrativa che è stata tradotta in immagini coinvolgenti. Luca e Marcello hanno saputo valorizzare meravigliosamente le diverse personalità dei testimonial e incanalarle in uno story telling perfetto che offre al pubblico un messaggio preciso e impattante. La fotografia di Davide Artusi, le animazioni grafiche di Marco Chiarini ed Ermanno Di Nicola e le scenografie di Daniele Carzaniga sono stati elementi fondamentali per rendere il film dinamico, memorabile e di grande suggestione. Per portare gli argomenti quanto più vicini possibile allo spettatore, per renderli più immediati e comprensibili situazioni che nella realtà sono crisi drammatiche sono state rappresentate come fossero solo carte di un gioco: imprevisti, probabilità, crisi economiche, eventi climatici, attacchi da un paese all’altro sarebbe fantastico se fossero solo carte pescate da un mazzo, azioni lasciate solo alla casualità di un dado ma non è così, a volte ci sentiamo troppo distanti da quel che succede, ma l’obiettivo è quello di toccare la coscienza di ogni spettatore mettendolo davanti a una realtà che forse gli sfugge. Mannoia, Castrogiovanni, Cirilli e Alberti sono quattro testimonial di valore ed eccezionale bravura. Quattro ‘big’ in ambiti molto diversi che si sono prestati a una giornata di shooting davvero intensa e che non si sono mai risparmiati sul set”.

scopri altri contenuti su

ARTICOLI CORRELATI