• Programmatic
  • Engage conference

di Lorenzo Mosciatti

Sanofi sceglie Wpp nel mondo. In Italia il media a una newco di GroupM

La holding britannica vince la gara marketing dal gigante del pharma. L'incarico media rafforza in Italia l'amministrato gestito dalla struttura guidata da Massimo Beduschi: budget oltre i 20 milioni

sanofi-gara-mindshare.jpg

Va a Wpp Group la gara indetta da Sanofi per la scelta del suo partner marketing internazionale dopo aver acquisito a inizio anno i marchi dei prodotti da banco di Boheringer Inghlheim. Mindshare in particolare diventa il nuovo centro media a livello globale di Sanofi, con incarico in circa 60 Paesi. Non in Italia, dove il cliente verrà seguito da una newco appositamente creata da GroupM (questo dettaglio non veniva riportato nella prima versione dell'articolo).  La multinazionale francese sino ad oggi lavorava con Zenith, il network di Publicis Media, mentre GroupM si occupava degli asset acquisiti dalla multinazionale. L'investimento pubblicitario globale di Sanofi si aggirerebbe a circa 900 milioni di euro, di cui più di 20 spesi in Italia. Una buona notizia dunque per la filiale italiana di GroupM, guidata dal ceo Massimo Beduschi, molto attiva sul fronte del new business negli ultimi mesi. Massimo-Beduschi-Ceo-e-Chai

Negli Stati Uniti Sanofi ha invece deciso da un lato di continuare a lavorare, sempre sul fronte del media, con l'agenzia di New York KWH, e di iniziare a collaborare, per quanto riguarda il buying, con Havas Media.

Un altro mercato di cui non si occuperà Mindshare è il Giappone, dove Sanofi si affida a Hakuhodo. La gara indetta dal gigante francese del farmaceutico riguarda non solo il media ma tutte le attività marketing, comunicazione classica e digitale incluse. In questo caso Wpp, che dovrebbe presto attivare una divisione dedicata al cliente, sarà uno dei partner di Sanofi insieme a Publicis, che già se ne occupa, e ad Havas.

scopri altri contenuti su

ARTICOLI CORRELATI