• Programmatic
  • Engage conference

12/01/2021
di Alessandra La Rosa

Gare internazionali: nuovi incarichi miliardari per Publicis e IPG

Le due holding hanno vinto, rispettivamente, il media di L’Oreal in Cina e quello di T-Mobile in USA

publicis-ipg.jpg

Buone notizie per Publicis e IPG sul fronte delle gare internazionali.

In Cina si è conclusa una delle più grosse gare degli ultimi tempi, quella per il media di L’Oreal nel Paese. Il pitch, che ha visto battersi l’uscente GroupM con Mindshare, Omnicom Media Group con PHD e Publicis Groupe, ha visto quest’ultima battere i concorrenti e ottenere l’incarico. Publicis gestirà un budget stimabile in 800 milioni di dollari, che la vedrà impegnata nella strategia media, le pianificazioni, le attivazioni e l’acquisto su tutti i canali di comunicazione, incluso il performance marketing. Lo farà attraverso una unit apposita, chiamata OneL'Oreal.


Leggi anche: TUTTE LE GARE APERTE E IN CORSO


Dall’altra parte del Pacifico, negli Stati Uniti, è stata invece IPG, con Initiative, ad avere la meglio in un’altra importante gara, quella della telco T-Mobile. Il pitch, relativo alle attività di pianificazione e acquisto media in USA, era stato avviato lo scorso anno a seguito della fusione di T-Mobile con Sprint, altro operatore telefonico del Paese. Nelle mani di Initiative arriva un incarico precedentemente dislocato tra tre diverse agenzie: l’indipendente Horizon che curava il media di Sprint, Spark Foundry di Publicis Groupe che gestiva il media offline di T-Mobile, ed Essence di GroupM che coordinava il media online della compagnia. Secondo stime della società COMvergence, T-Mobile avrebbe investito tra giugno 2019 e giugno 2020 734 milioni di dollari in media offline e 200 milioni sul digital; Sprint avrebbe speso circa 976 milioni.

scopri altri contenuti su

ARTICOLI CORRELATI