• Programmatic
  • Engage conference

Influencer Marketing #Stories

A cura di BloggerItalia

Speciale da BloggerItalia

19/03/2020
di engage

L’epoca dei content creator

BloggerItalia spiega la differenza tra Influencer e Content Creator e il diverso rapporto con i brand

Da qualche tempo il termine Influencer ha perso l’appeal che lo ha contraddistinto nella fase in cui Instagram registrava una crescita vertiginosa. Oggi, molti di quelli che amavano definirsi Influencer, sono infatti diventati Creator. Il termine Creator é effettivamente più intrigante, evoca una complessità stilistica articolata e suggerisce un contributo artistico che il termine Influencer sembrerebbe non prevedere. Dal mio punto di vista, è opportuno analizzare attentamente i profili dei talent prima di capire esattamente dove collocarli; inutile dirlo, non basta una dichiarazione scritta nella bio di Instagram per essere un vero Creator. articolo engage Le caratteristiche distintive dei Content Creator sono la creatività e l’alta qualità dei materiali pubblicati. Questi profili sono tendenzialmente selettivi rispetto alle collaborazioni con i Brand, condividono molti contenuti spontanei e mantengono una linea editoriale coerente e riconoscibile anche dal punto di vista estetico. I Content Creator si impegnano a proporre testi, fotografie o video autentici e di valore. Non si adeguano ai trend del momento e non scattano foto acchiappa-like, utilizzano materiale professionale per gli shooting, detestano i filtri predefiniti di Lightroom, e soprattutto evitano di emulare gli altri sviluppando uno stile unico e personale. Molti Creator hanno costruito e nutrito una fedele community di affezionati follower, per questo motivo i Brand desiderano coinvolgerli in campagne di Influencer Marketing, specialmente se l’obiettivo è avere contenuti da utilizzare sui canali ufficiali dell’azienda o da valorizzare con un investimento adv. Gli Influencer sono persone con un seguito rilevante sui social media in grado di condizionare le decisioni di acquisto e le scelte dei follower. Se rispettano alti standard nella produzione di contenuti possono essere considerati Content Creator, ma le due cose non sempre coesistono. Le foto degli Influencer non devono necessariamente essere professionali o creative, i video non sono sempre pensati con uno storyboard costruito ad hoc, il loro asset più importante è quello di riuscire a comunicare a un ampio pubblico di utenti, contribuendo ad accrescere notevolmente l’awareness di un Brand. La differenza tra Influencer e Creator risiede principalmente nella relazione che si costruisce nel momento della collaborazione con un Brand: se con gli Influencer è consigliabile procedere con un brief molto dettagliato sulla tipologia di contenuto richiesta (ne abbiamo parlato qui) collaborare con un Creator significa studiare un progetto a 4 mani, in cui il talent possa dare il suo contributo creativo e proporre un’interpretazione personale.