• Programmatic
  • Engage conference

20/07/2021
di Alessandra La Rosa

Calabria straordinaria: la Calabria punta sui propri elementi identificativi per promuovere l’offerta turistica

Cento “marcatori identitari distintivi”, uno storytelling originale e il coinvolgimento di creator locali: la Regione presenta la sua nuova strategia

calabria-straordinaria.jpg

Uno storytelling diverso, che prenda spunto dai Marcatori Identitari Distintivi (MID), ovvero quegli elementi caratterizzanti dell’eredità naturalistica, storica, artistica, culturale, enogastronomica di un territorio, misurabili secondo parametri ufficiali e definiti e che in maniera univoca e distintiva lo rendono un unicum, fruibile e suggestivo in tutti i mesi dell’anno.

È su questo che la Regione Calabria intende costruire il filo narrativo della comunicazione della propria offerta turistica: il progetto si chiama “Calabria Straordinaria”, e si propone di superare i cliché turistico-paesaggistici della letteratura di settore e delle relative politiche pubbliche messe in campo fino a oggi, con un modello nuovo e sperimentale di progettazione e rafforzamento dell’appeal turistico dei territori.

Con questa ambizione, la Regione intende procedere alla messa in atto di un piano di comunicazione interna/esterna dell’appeal distintivo regionale, attraverso il racconto inedito di una Calabria emozionale e di fatto inesplorata: uno storytelling unitario e coerente, rigorosamente basato sull’attività di ricerca, sulla messa in rete e sulla capitalizzazione di un heritage regionale, fatto di MID e di Eventi Identitari Distintivi (EID), fruibile e vendibile 365 giorni l’anno e a diversi target di viaggiatori internazionali.


Leggi anche: CALABRIA, TERRA MIA. LO SPOT TURISTICO CON RAOUL BOVA E ROCIO MUNOZ MORALES FA DISCUTERE


Il progetto entra subito nel vivo con il coinvolgimento di 10 autori/creator locali e community manager che avranno il compito di valorizzare dal punto di vista delle diverse esperienze che rendono disponibili, i primi 10 MID che emergeranno dall’applicazione del modello di studio promosso dalla Regione.

Oltre alla realizzazione di un piano di comunicazione strategica, integrata e multicanale, “Calabria Straordinaria” prevede anche lo sviluppo di un progetto di marketing territoriale per ciascun MID individuato e il rifacimento e l’ubicazione strategica, declinata sulla base della Carta dei 100 marcatori identitari distintivi della Calabria, di tutta la segnaletica turistico-culturale regionale. L’analisi selettiva proposta per i Marcatori Identitari Distintivi viene utilizzata anche per l’individuazione degli eventi, classificabili anch’essi in Eventi Identitari Distintivi (EID).

Lo scorso anno, la Regione aveva realizzato un cortometraggio per promuovere la propria offerta turistica: un progetto da 1,7 milioni di euro, diretto da Gabriele Muccino e con la partecipazione di Raoul Bova e della compagna Rocio Munoz Morales. All'epoca il corto aveva raccolto opinioni contrastanti da parte del pubblico. Molti calabresi ne avevano sottolineato l’aspetto stereotipato, poco identificativo delle specificità della Calabria, e che mal rappresentava una regione che tentava di innovarsi guardando al futuro.

scopri altri contenuti su

ARTICOLI CORRELATI