• Programmatic
  • Engage conference

16/06/2021
di Alessandra La Rosa

Evolution ADV lancia Web Vitals Optimizer, per ottimizzare i siti in linea con le nuove direttive di Google

La soluzione risponde al rilascio da parte di Big G di un nuovo algoritmo di ranking basato sull’esperienza utente

evolution-adv.jpg

Google ha rilasciato un nuovo algoritmo basato sull’esperienza utente, imponendo un cambiamento importante che costringe gli editori a misurarsi con le nuove indicazioni relative ai Web Vitals.

Per dare una risposta concreta al nuovo scenario, Evolution ADV, hub tecnologico di consulenza e supporto per i digital publisher, ha lanciato Web Vitals Optimizer, uno strumento nato per ottimizzare i siti web in linea con le nuove direttive, che il player ormai da un anno sta studiando per comprendere al meglio il funzionamento dei nuovi fattori di ranking appena integrati nel nuovo update di Google e riassumibili in tre elementi portanti.

Il primo è il Largest Contentful Paint (LCP), ovvero il tempo impiegato per visualizzare l'elemento di contenuti di maggiori dimensioni nell'area visibile dal momento in cui l'utente richiede l'URL. Solitamente si tratta di un'immagine o un video oppure di un elemento di testo di grandi dimensioni a livello di blocco. Questo dato è importante perché fa capire all'utente che l'URL è in fase di caricamento.


Leggi anche: EVOLUTION ADV NOMINA MARCO LENOCI COME DIRETTORE GENERALE: «PRONTI A REPLICARE IL NOSTRO MODELLO ALL'ESTERO»


Il secondo è il First Input Delay (FID), cioè il tempo trascorso tra la prima interazione di un utente con la pagina (clic su un link, tocco di un pulsante e così via) e il momento in cui il browser risponde effettivamente all'interazione. Questa misurazione viene derivata da qualsiasi elemento interattivo su cui l'utente ha fatto clic per primo e rappresenta un importante valore per le pagine in cui l'utente deve eseguire un'azione, perché è il momento in cui le pagine diventano interattive.

Il terzo infine è Cumulative Layout Shift (CLS), che rappresenta la misurazione della somma totale di tutti i singoli punteggi di variazione del layout per ogni variazione imprevista che si verifica durante l'intera durata della pagina. Il punteggio è compreso tra zero e qualsiasi numero positivo, dove zero indica nessuna variazione e, più grande è il numero, più significativa è la variazione del layout nella pagina. La variazione degli elementi delle pagine mentre un utente sta cercando di interagire costituisce un'esperienza utente negativa.

Un'immagine della soluzione Web Vitals Optimizer

Un'immagine della soluzione Web Vitals Optimizer

“The page experience update is now slowly rolling out (Top Stories will begin using this new signal by Thursday). It will be complete by the end of August 2021”: sono queste le dichiarazioni ufficiali di Google, che ha affermato anche come AMP non sarà più fattore esclusivo di posizionamento nei caroselli, ma contestualmente evidenzia la necessità di offrire agli utenti siti performanti e quindi in regola con i Web Vitals.

“La pubblicità è ormai legata a filo unico con la tecnologia e la SEO. Vediamo con questo aggiornamento un incentivo forte a migliorare l’erogazione pubblicitaria e le modalità che possono incidere in maniera positiva o negativa sul traffico”, dichiara Luca Brognara, Chief Information Officer di Evolution ADV. “Il nostro team tecnico e SEO ha studiato in maniera approfondita le indicazioni di Google relative ai Web Vitals, potendo sviluppare un tool che analizza i siti sotto tecnologia Evolution ADV e rilascia la soluzione immediata per l’editore: un file css con le integrazioni che rendono compliant il sito esaminato, che non corre quindi il rischio di perdere il traffico per errori tecnici o pubblicitari”.


Leggi anche: EVOLUTION ADV TRA GLI OSPITI DEL PROGRAMMATIC DAY PER PARLARE DI POST-COOKIE


“In Evolution ADV c’è un’anima di editori, nasciamo come editori, e quindi siamo sempre alla ricerca di soluzioni che possano aiutarci in questo nuovo mondo fortemente legato alla componente traffico, tecnologica, SEO, pubblicitaria”, prosegue Francesco Califano, Head of Business Developement di Evolution ADV. “Una volta individuata la soluzione, questa viene resa disponibile per tutti gli editori che hanno sposato la nostra filosofia. La nostra natura di hub tech, ci impone di provare a migliorare il mondo in cui viviamo, in primis, come editori.”

“Da sempre, Evolution ADV si contraddistingue per la capacità di sviluppare soluzioni tecnologiche al servizio degli editori, con l’obiettivo di creare un ecosistema editoriale e pubblicitario sostenibile nel lungo periodo”, conclude Marco Lenoci, Chief Operating Officer di Evolution ADV. “In questo senso, il lancio del nostro Web Vitals Optimizer costituisce un elemento distintivo dell’offerta Evolution a vantaggio dei nostri editori partner.”

scopri altri contenuti su

ARTICOLI CORRELATI