• Programmatic
  • Engage conference

06/12/2022
di Andrea Di Domenico

Digital carbon footprint: da Up2You una guida alle aziende per ridurre le emissioni delle attività digitali

Raggiungere la digital carbon neutrality è una sfida che parte anche da piccole azioni quotidiane, compensando i propri consumi online con progetti certificati e grazie a scelte strategiche, come la formazione dei dipendenti sul tema. Up2You svela il suo vademecum per diminuire i consumi digitali

PHOTO-2022-12-05-16-21-00.jpg

Digitale e sostenibilità, un binomio sempre più attuale per le aziende. Le attività online, infatti, generano un impatto tangibile sull’ambiente, un tema ormai sempre più urgente e noto tra gli addetti ai lavori come “digital carbon footprint”, l’impronta di carbonio che caratterizza la navigazione sul web. L'information technology genera il 4% delle emissioni CO₂ a livello globale e questa cifra è destinata ad aumentare in futuro, secondo un recente studio di Capgemini. In questo scenario, per le aziende diventa sempre più importante adottare approcci volti a perseguire la sostenibilità digitale.

Raggiungere la digital carbon neutrality è una sfida che parte anche da piccole azioni quotidiane di riduzione delle emissioni, compensando i propri consumi digitali con progetti certificati e grazie anche a scelte aziendali come la formazione dei dipendenti sul tema.

Tra le attività che producono la quota maggiore di emissioni digitali, la più rilevante riguarda l’alimentazione dei data center, che necessitano di grandi quantità di energia per essere raffreddati e poter trasferire dati. Anche la produzione e lo smaltimento dei device come pc e smartphone rappresentano un ambito particolarmente dannoso per l’ambiente.

Un’altra forma di emissione digitale è rappresentata dall’”inquinamento dormiente”. Si tratta dell’energia consumata per conservare l’immensa quantità di dati che si trova sui nostri device e in internet, riconducibile per esempio alle mail spesso conservate inutilmente sulla propria posta elettronica.

Con l’obiettivo di supportare le aziende e le persone in un percorso verso la digital carbon neutrality e nella scelta consapevole di azioni e comportamenti virtuosi, Up2You ha stilato una guida per ridurre l’impatto ambientale delle attività online:

  • 1. Ridurre il “peso” dei messaggi di posta elettronica, comprimendo gli allegati delle email.
  • 2. Utilizzare link. Quando possibile, è consigliabile linkare documenti invece di allegarli alla mail.     
  • 3. Ridurre l’uso della firma digitale, soprattutto se contiene immagini.
  • 4. Annullare le iscrizioni alle newsletter che vengono sistematicamente cestinate.
  • 5. Evitare le catene di Sant’Antonio e gli invii non necessari.
  • 6. Svuotare il cestino della casella di posta con regolarità.
  • 7. Se il destinatario si trova nelle vicinanze, sfruttare la comunicazione a voce.
  • 8. Raccogliere i siti che vengono visitati più spesso tra i preferiti sul motore di ricerca, invece di cercarli ogni volta.
  • 9. Ottimizzare le ricerche online: se si usano parole chiave più lunghe, il motore di ricerca troverà quello che serve più facilmente.
  • 10. Rendere più efficiente lo smartphone chiudendo le applicazioni in background.

“Ogni singola persona può fare qualcosa per ridurre le emissioni di CO₂ complessive, ma è anche con le grosse decisioni che diamo un taglio netto all’inquinamento e ci dirigiamo insieme verso la neutralità carbonica”, dichiara Matteo Molteni, Sustainability Analyst di Up2You. “Tutte le imprese, qualsiasi sia la loro dimensione, possono fare qualcosa di concreto, integrando l’utilizzo di dispositivi rigenerati, smaltendo correttamente i device in disuso, scegliendo architetture in cloud green, raccogliendo informazioni sulle strategie di riduzione delle emissioni. Come Up2You siamo pronti a supportare le aziende in questo vero e proprio viaggio, partendo da un’analisi delle emissioni digitali per arrivare alla neutralizzazione delle emissioni generali dell’attività”.

Up2You è una startup greentech e B Corp certificata che permette alle aziende di ridurre il proprio impatto ambientale. Offre prodotti per misurare, ridurre e compensare le emissioni, ma anche per coinvolgere i propri dipendenti. Tutto questo supportando progetti sostenibili con impatto sociale e ambientale, capaci di catturare CO₂, preservare foreste, tutelare ecosistemi e sviluppare tecnologie sostenibili.

scopri altri contenuti su

ARTICOLI CORRELATI