• Programmatic
  • Engage conference

di Cosimo Vestito

Contentsquare acquisisce Hotjar e amplia l'offerta dedicata alle imprese

Le società serviranno ora il mercato end-to-end a livello globale, permettendo alle aziende di ogni dimensione di ottimizzare le esperienze digitali fornite ai propri clienti

contentsquare.jpg

Contentsquare, operatore globale nel settore della Digital Experience Analytics, ha annunciato di aver acquisito Hotjar, la piattaforma di insights sull'esperienza online. Le aziende serviranno ora il mercato end-to-end a livello globale, permettendo alle imprese di ogni dimensione di ottimizzare le esperienze digitali fornite ai propri clienti.

L'acquisizione, si legge nella nota, si basa sulla profonda sinergia fra le due aziende per espandere la propria portata sul mercato globale e accelerare la visione condivisa che mira ad offrire esperienze migliori per tutti. Hotjar beneficerà della tecnologia e delle risorse avanzate di Contentsquare, che a sua volta trarrà vantaggio dalla portata e dall'approccio incentrato sul prodotto di Hotjar. Con un team di oltre mille persone, entrambe le aziende lavoreranno fianco a fianco per ottenere il massimo dalle reciproche competenze, continuando a operare in maniera indipendente per il prossimo futuro.

I commenti dei manager

Contentsquare e Hotjar supportano le aziende nell’interpretare i comportamenti degli utenti online, consentendo loro di fornire la migliore esperienza possibile, di eliminare gli ostacoli lungo il percorso e di incrementare l'engagement.

Insieme, Contentsquare e Hotjar forniscono insights a circa un milione di siti Web in oltre 180 Paesi, esaminando miliardi di comportamenti su web, mobile e app e analizzando le micro interazioni sui siti che elaborano miliardi di dollari di transazioni al giorno, utilizzando l'IA per trasformare questi dati in consulenza strategica.

"Le persone oggi si aspettano un'esperienza digitale estremamente soddisfacente ogni volta che si connettono, sia che stiano interagendo con grandi brand globali, sia che si tratti di startup e aziende in crescita. La fusione con Hotjar ci permette di ampliare il nostro raggio di azione per offrire insights chiave a ogni tipo di azienda e settore", afferma Jonathan Cherki, CEO e Fondatore di Contentsquare.

“Siamo entusiasti di poter lavorare al fianco di Contentsquare. Abbiamo costruito Hotjar per favorire un miglioramento dei prodotti digitali, permettendo alle aziende di ogni dimensione di servire al meglio i propri utenti finali. Unendoci alla famiglia di Contentsquare, potremo accelerare il nostro lavoro per raggiungere questa visione, raddoppiare i nostri investimenti in innovazione tecnologica e fornire ancor più valore per i nostri clienti,” ha aggiunto David Darmanin, Fondatore di Hotjar.

Chi sono Contentsquare e Hotjar

Lo scorso maggio, Contentsquare ha raccolto 500 milioni di dollari di finanziamenti in un round di Serie E, raggiungendo una valutazione di 2,8 miliardi di dollari. L’azienda ha annunciato un incremento del proprio organico globale di oltre 1.500 persone nei prossimi tre anni e l'espansione della sua presenza su territori nuovi e già esistenti. Recentemente ha lanciato tre nuovi prodotti e ha ampliato il proprio portfolio con 11 nuovi brevetti e 28 applicazioni pubblicate o ancora in attesa di brevetto. Ha anche dato vita a un incubatore e creato la Contentsquare Foundation, un'organizzazione no profit volta a promuovere l'accessibilità digitale per tutti. A oggi, sono oltre 750 i brand globali che hanno scelto Contentsquare, fra cui BMW, IKEA, Microsoft, Rakuten, Sephora, The North Face e Verizon.

Questa è la sesta acquisizione di Contentsquare in due anni, dopo quelle di Upstride, Dareboost, AdaptMyWeb, Pricing Assistant e Clicktale.

Hotjar fornisce insight sulla product experience per i team delle piccole e medie imprese. Negli ultimi 12 mesi, l'azienda ha sperimentato una crescita eccezionale dovuta al nuovo scenario globale che ha portato tutto il mondo a rivolgersi al digitale, e al conseguente aumento delle aspettative dei consumatori in merito alle esperienze online. Fondata nel 2014, la società da sempre lavora da remoto e da diverse parti del mondo. Ad oggi, Hotjar conta su un team di 190 persone in 33 Paesi tra Europa, America e Africa. Anche Hotjar si impegna ad apportare cambiamenti positivi e dal 2017 devolve l'1% dei suoi ricavi a Climate Justice.

scopri altri contenuti su

ARTICOLI CORRELATI