• Programmatic
  • Engage conference

13/03/2019
di Caterina Varpi

Imille si impone nella gara per la gestione dei social di Yakult

Il brand di probiotici presente in 39 Paesi punta a posizionarsi chiaramente sulle piattaforme digitali e consolidare la community degli utenti

Imille-Yakult.jpg

Per posizionarsi chiaramente sulle piattaforme digitali e consolidare la community degli utenti, Yakult ha deciso di affidare a Imille, in seguito a una gara, la gestione della propria comunicazione sui social media, anche per quanto riguarda la pubblicità. «È stata una gara molto sfidante per noi - ha dichiarato Cristina Rimoldi, Content & Media Director di Imille. - Abbiamo tradotto le esigenze di Yakult in una proposta social che posiziona il brand come promessa scientifica credibile ma con un approccio dal tono leggero e vicino all’audience a cui parliamo. “Educare, intrattenendo”, questa la nostra mission per Yakult Italia». Nato in Giappone oltre 80 anni fa dalla scoperta scientifica del dott. Shirota, scienziato e microbiologo che nel 1935 riuscì a selezionare e a coltivare un fermento lattico probiotico talmente forte da resistere ai succhi gastrici, favorendo l'equilibrio della flora intestinale, oggi Yakult è presente in 39 Paesi nel mondo, Italia compresa. Yakult deriva da “jahurto”, che in esperanto significa yogurt: ai tempi del Dottor Shirota si credeva che questa nuova lingua si sarebbe diffusa tra tutti i popoli, permettendo loro di comunicare con facilità. La scelta di questo nome, scritto sin dall'inizio a caratteri occidentali, testimonia il desiderio del Dottor Shirota di distribuire la sua bevanda a quante più persone possibile nel mondo. Forte di questa vision orientata all’apertura, l’azienda è pronta a fare un passo avanti in un’arena, quella dei social media, molto sensibile al tema del benessere legato all’alimentazione.

scopri altri contenuti su

ARTICOLI CORRELATI