• Programmatic
  • Engage conference

03/11/2021
di Cristina Oliva

exaudi, l’Audience Platform di Neodata, evolve integrando DMP e CDP

exaudi.jpg

exaudi, la piattaforma di Audience Management di Neodata Group, si è evoluta in Audience Platform portando con sé l’eredità della DMP e potenziandone i motori di intelligenza Artificiale e machine learning. Aggiungendo le funzionalità della CDP, exaudi permette anche di arricchire i profili degli utenti integrati dal CRM aziendale con informazioni derivate dal loro comportamento. Infatti, il comportamento dell’utente e il contesto dentro cui si muove acquistano un nuovo ruolo essenziale a definire le caratteristiche dell’audience, per un targeting più avanzato. Anche l’espansione dell’audience è stata amplificata: l’Affinity Engine raffina la selezione degli utenti al fine di ottenere un pubblico più ampio sulla base di caratteristiche definite in partenza.

Oggi exaudi è la Audience Platform indipendente e leader di mercato in Italia, si legge in un comunicato. Da un’unica interfaccia aggiornata in real time, le aziende hanno accesso diretto a tutta la loro audience, che provenga dal sito web, dall’app, dal CRM o dalla Smart TV. Inoltre, i numerosi connettori collegano le audience create in exaudi con tutte le piattaforme dell’ecosistema digital. 


Leggi anche: NEODATA GROUP PRESENTA GLI SVILUPPI DI EXAUDI AUDIENCE PLATFORM IN UN WEBINAR


I benefici per le aziende

Numerose aziende operanti in diverse Industry – Food, Automotive, Travel e Fast Moving Consumer Goods – hanno scelto exaudi come principale piattaforma di profilazione, arricchimento e attivazione della loro audience. Grazie alla flessibilità e adattabilità della piattaforma queste aziende hanno consolidato una strategia data-driven e omnicanale, hanno abilitato nuovi percorsi di orchestrazione della comunicazione prima impossibili e hanno ottenuto ottimizzazioni degli investimenti, riporta il comunicato.

"In un mercato in continua evoluzione, la tecnologia deve essere innovativa e le soluzioni devono sapersi adattare. Per questo exaudi è al contempo stabile e flessibile”, spiega Giovanni Giuffrida, Ceo di Neodata Group.

Un ponte tra dati dei Publisher, dei Brand e dei Broadcaster

Il modulo collaborativo di exaudi, chiamato Curated Audience, permette a publisher e broadcaster di utilizzare insieme ai brand servizi più evoluti tramite modelli di data integration sicuri e basati su Clean Room. In questo modo è finalmente possibile per le aziende attivare operazioni di targeting con i loro dati di prima parte. La funzionalità di Curated Audience permette il passaggio di dati selezionati, la cui origine è trasparente, in un luogo protetto e tutelato per tutti i player in campo.

Il dato più prezioso è il consenso dell’utente

exaudi Audience Platform significa anche pieno rispetto del consenso all’utilizzo dei dati da parte dell’utente. Tutte le funzionalità sono pensate nella piena compatibilità con la regolazione del GDPR, spiega la nota. La trasparenza dei processi che trattano le informazioni, infatti, è un elemento fondamentale per Neodata Group, che mette al centro la tutela dei diritti dei suoi clienti.
 

scopri altri contenuti su

ARTICOLI CORRELATI