• Programmatic
  • Engage conference

04/08/2021
di Alessandra La Rosa

Discovery cresce nel Q2 2021: +70% la raccolta extra-USA. Bene l’Italia

Trend positivo anche per il numero di abbonati. I ricavi complessivi da piattaforme di nuova generazione sono aumentati del 130% anno su anno

discovery+.jpg

Secondo trimestre 2021 positivo per Discovery, il colosso statunitense del media che, in attesa del compimento della fusione con Warner Media, arriva a metà anno registrando robuste crescite di raccolta pubblicitaria, abbonamenti e performance complessive.

Se nel mercato americano (da cui attualmente proviene la maggior parte del business pubblicitario della società) la raccolta ha segnato un +12%, arrivando a quota 1,1 miliardi di dollari, è a livello internazionale che i trend positivi sono stati particolarmente robusti, con un +88% (o +70% escluso l’impatto dei tassi di cambio) del fatturato pubblicitario a 518 milioni di dollari.


Leggi anche: WARNER BROS. DISCOVERY È IL NOME DEL NUOVO COLOSSO DELLA TV E DELLO STREAMING


Il dato è stato particolarmente sottolineato anche da David Zaslav, Presidente e CEO di Discovery, che ha commentato: “Discovery ha ottenuto buoni risultati in questo trimestre, performando bene all’interno di un mercato pubblicitario in ripartenza. I ricavi pubblicitari sono aumentati in ogni regione del globo e hanno visto un’accelerazione nel corso del trimestre, in particolare a livello internazionale, dove sono aumentate del 70%. Molti nostri mercati chiave come Gran Bretagna, Italia, Germania e alcuni Paesi dell’area Latam e Apac hanno mostrato una marcata rinascita e raggiunto i livelli del 2019”.

Discovery ha poi registrato anche una crescita del numero di abbonati ai servizi Direct to Consumer, come Discovery+: dai 13 milioni del 31 marzo, a fine secondo trimestre il numero è arrivato a quota 17 milioni ed è poi aumentato ulteriormente, arrivando nei giorni scorsi a 18 milioni, complici probabilmente anche i Giochi Olimpici di Tokyo 2020, di cui Discovery detiene i diritti e che si stanno confermando un importante successo di pubblico.


Leggi anche: DISCOVERY ESULTA PER TOKYO 2020: “UN NUMERO DI UTENTI DIGITALI MAI VISTO PRIMA”


A livello complessivo, il fatturato di Discovery è aumentato del 21% anno su anno, a 3,96 miliardi di dollari, superando le aspettative degli analisti, che stimavano 2,97 miliardi.

Nei ricavi complessivi sono inclusi anche 400 milioni di ricavi (+130% anno su anno) da piattaforme “Next Generation”, ossia abbonamenti e pubblicità sui prodotti Direct to Consumer come Discovery+, applicazioni GO per vedere la tv dappertutto e altre property digitali.

scopri altri contenuti su

ARTICOLI CORRELATI