• Programmatic
  • Engage conference
14/03/2022
di Lorenzo Mosciatti

Prosciutto di Parma, la comunicazione punta su social ed eventi. Kiwi e ALL Comunicaton sono le nuove agenzie

Il consorzio abbandona la pubblicità tradizionale per intraprendere una nuova strategia finalizzata a rafforzare la marca sul digitale e valorizzare il prodotto nella GDO e nel dettaglio tradizionale. New business per le due agenzie di Uniting Group

prosciutto-parma-uniting.jpg

Prosciutto di Parma abbandona la pubblicità tradizionale che aveva caratterizzato la strategia di di comunicazione della DOP negli ultimi anni, per intraprendere un percorso nuovo fondato su quattro pilastri: social, eventi, GDO e dettaglio tradizionale.

Ad accompagnare il Consorzio in questo percorso sono due nuove agenzie, entrambe parte di Uniting Group, che hanno vinto due gare indette dal consorzio: Kiwi si occuperà della strategia digital e dei canali social (anche per quanto riguarda il planning), ALL Comunication della realizzazione degli eventi.

La nuova strategia di comunicazione prende il via da uno studio di mercato che ha analizzato il posizionamento e l’immagine del Prosciutto di Parma e offerto una fotografia a tutto tondo del prodotto. Due i filoni di indagine: il primo, condotto dall’Università Cattolica del Sacro Cuore di Piacenza, ha coinvolto i buyer della GDO e ha approfondito le prospettive di crescita nel settore; Eumetra ha curato invece quello rivolto ai consumatori e alle salumerie tradizionali fornendo un’indagine competitiva con gli altri salumi, una panoramica sulle nuove tendenze, i comportamenti di acquisto e le aspettative del consumatore.


Leggi anche: TUTTE LE GARE DEL 2022


“Dai risultati di tali ricerche è emersa la necessità di recuperare quell’autorevolezza che ci è sempre stata riconosciuta dal consumatore e ritornare a dialogare con le persone in modo diretto ribadendo con forza l’eccellenza del nostro prodotto e aumentando le occasioni di incontro proprio tra marca e consumatore”, ha dichiarato Claudio Leporati, direttore marketing del Consorzio del Prosciutto di Parma. “Il cambio di passo nella strategia di comunicazione è stato quindi del tutto naturale. Con Kiwi a supportarci sui canali social e con ALL Communication a garantirci una presenza tangibile sul territorio, abbiamo l’opportunità di far vivere al consumatore un’esperienza distintiva autentica sia gastronomica sia conviviale, di valorizzare la qualità del prodotto, di creare nuovi momenti di consumo e di ribadire il ruolo del consorzio come garante di un gusto unico e inimitabile. Avvieremo inoltre con la GDO e il dettaglio tradizionale delle attività su misura che ci permetteranno di raccontare le caratteristiche del prodotto sul punto vendita e di avvicinare il consumatore proprio nel momento dell’acquisto”.

Claudio Leporati, direttore marketing del Consorzio del Prosciutto di Parma

Claudio Leporati, direttore marketing del Consorzio del Prosciutto di Parma

“Uniting Group negli ultimi mesi ha intrapreso un percorso che ci vede sfidare il tradizionale modello di ‘Gruppo integrato di comunicazione’ a favore di una value proposition maggiormente coerente con lo scenario attuale. Essere scelti come partner da Prosciutto di Parma rappresenta la conferma della bontà della strada intrapresa e ci permette di valorizzare al meglio le grandi potenzialità che il nostro modello di business è in grado di offrire”, afferma Luca Colombi, Chief Client Director di Uniting Group. “Tutto questo è possibile grazie alla lungimiranza di una grande realtà come il consorzio, che ha immediatamente apprezzato le competenze verticali di ALL Communication e Kiwi, ma ancor di più la visione globale del Gruppo e la capacità di orchestrare al meglio il talento dei nostri professionisti, a beneficio di un progetto armonico e success oriented”.

Luca Colombi, Chief Client Director di Uniting Group

Luca Colombi, Chief Client Director di Uniting Group

Il Prosciutto di Parma avrà quindi una presenza costante e attiva sul digitale e sul territorio nazionale attraverso una serie di attività che permetteranno di mantenere alta l’attenzione e l’interesse intorno ai valori della marca e alle caratteristiche del prodotto trasformando un progetto di comunicazione in una vera esperienza per i consumatori. Le piattaforme digitali mostreranno l’altro lato della medaglia del Prosciutto di Parma, quello della modernità, dell’utilizzo facile e veloce, senza snaturare però la sua identità e perdere i tratti distintivi che lo rendono unico. Gli eventi dedicati al Prosciutto di Parma, così come la partecipazione ad altre manifestazioni nelle città italiane, creeranno invece un percorso in grado di accompagnare e coinvolgere gastronomicamente, sensorialmente ed emotivamente il consumatore e guidarlo a fare scelte consapevoli.


Leggi anche: SCOPRI QUI TUTTI GLI SPOT ON AIR


Gli ultimi spot pubblicitari del Prosciutto di Parma sono stati ideati da McCann e pianificati da Wavemaker, agenzie con cui la collaborazione si è interrotta alla fine del 2021. 

L’intera filiera produttiva del Prosciutto di Parma, rigorosamente italiana, coinvolge 140 aziende che salvaguardano il metodo tradizionale di lavorazione, circa 3.600 allevamenti suinicoli e 78 macelli, 3.000 addetti alla lavorazione, 50.000 impiegati, per un giro d’affari complessivo al consumo di 1,5 miliardi di euro.

scopri altri contenuti su

ARTICOLI CORRELATI