• Programmatic
  • Engage conference

25/08/2021
di Teresa Nappi

P&G: nell’ultimo anno spesa pubblicitaria in aumento del 12%

Si interrompe definitivamente la stretta dell'azienda all'advertising, dopo quattro anni di tagli. Negli ultimi due anni (fiscali), l'investimento è cresciuto del 21%

Procter-and-Gamble-sede.jpg

P&G non si è lasciata intimorire dalla pandemia, anzi nell’anno fiscale che è andato da luglio 2020 a giugno 2021 il colosso di beni di largo consumo di Cincinnati ha aumentato la spesa pubblicitaria del 12% a livello mondiale a quota 8,2 miliardi di dollari.

Guardando agli ultimi due anni (fiscsali), gli investimenti pubblicitari di Procter & Gamble sono aumentati nel complesso del 21% partendo da 6,75 miliardi di dollari, secondo il report annuale dell’azienda. Questo balzo in avanti dela spesa in advertising segna un cambiamento strategico per la multinazionale, dopo quattro anni di tagli nel settore.

P&G conferma, dunque, di aver riscoperto l'importanza di investire sulla comunicazione dei suoi brand, soprattutto nel periodo di pandemia.


Leggi anche: PROCTER & GAMBLE VA CONTROCORRENTE E AUMENTA IL BUDGET


La società, tra il 2016 e il 2019, aveva infatti ridotto drasticamente la spesa pubblicitaria e i compensi assegnati alle agenzie, fino a quando non è tornata ad aumentare la spesa di 575 milioni di dollari (+8,5%) a 7,33 miliardi di dollari nell'esercizio chiuso a fine giugno 2020.


Leggi anche: PROCTER & GAMBLE, CONTINUA IL TAGLIO DELLA SPESA ADV: -350 MILIONI DI DOLLARI


L'aumento fatto registrare dagli investimenti in advertising nell'ultimo esercizio del 12%, per un valore di circa 850 milioni di dollari, è stato superiore alla crescita organica del fatturato dell’azienda che si è attestato al +6%. Su base biennale, dal 2019 l'aumento è stato del 21% rispetto a un aumento del 12% delle vendite organiche.

L'incidenza della pubblicità sulle vendite è salita così al 10,8% rispetto al 10,3% dell'anno precedente.

ARTICOLI CORRELATI