• Programmatic
  • Engage conference

05/10/2020
di Andrea Salvadori

Citroën, un autunno ricco di lanci e nuovi spot. Il 40% del budget pubblicitario va al digitale

Il progetto Ami, la nuova soluzione di mobilità urbana 100% elettrica proposta dalla marca, ma anche le campagne per C3, C5 Aircross Hybrid Plug-in e C4. Il punto con il Responsabile Advertising Davide Nava

CITROEN-MILANO-DESIGN-CITY-AMI.jpg

Un autunno denso di impegni sul fronte dei lanci di prodotto e delle attività pubblicitarie per Citroën Italia.

I mesi del lockdown hanno infatti determinato lo slittamento nella seconda parte dell’anno dei progetti in agenda la scorsa primavera e il gruppo automotive è così impegnato in queste settimane nella presentazione al mercato di diverse novità, a partire da Ami, la nuova soluzione di mobilità urbana 100% elettrica proposta dalla marca, in commercializzazione a partire dal prossimo gennaio (con un’attività di prevendita al via a novembre esclusivamente sui canali online).

Il lancio di Ami prende in via in questi giorni in occasione di Milano Design City, la manifestazione dedicata alla cultura del progetto e dell’innovazione dedicata in particolare alla rimodulazione degli spazi urbani, alla sostenibilità e all’economia circolare. 

«Tematiche che ben si legano alla filosofia di Ami, un modello che rappresenta la risposta concreta di Citroën alle nuove aspettative di mobilità», spiega Davide Nava, Responsabile Advertising Citroën Italia. All’interno di “Time to be my Amy”, questo è il nome del progetto realizzato in via Tortona 31 insieme al Centro Stile Citroën di Parigi, l’allestimento accompagna il pubblico alla scoperta delle peculiarità del nuovo oggetto di mobilità urbana, fra innovazione tecnologica, design, accessibilità e facilità di utilizzo, seguendo il file rouge dei prodotti ispirati al quadriciclo elettrico di Citroën.


Leggi anche: CITROËN ALLA MILANO DESIGN CITY CON IL PROGETTO TIME TO BE MY AMI

Il piano di comunicazione per Ami, modello che sarà proposto in primo luogo con la formula del noleggio a lungo termine, proseguirà già a partire dalle prossime settimane (e in modo più articolato da gennaio) con una pianificazione social e digitale, una campagna stampa su testate lifestyle, nuovi eventi sul territorio e l’annuncio dei primi accordi di co-marketing per il placement e il bundle. «La comunicazione sarà prevalentemente digitale tenendo conto del core target di Ami, un pubblico molto giovane che va dai 14enni sino ai 35-40enni».

gli altri lanci e gli investimenti pubblicitari

Dopo la campagna pubblicitaria multimediale per la nuova C3, on air da settembre, «domenica 11 ottobre prenderà il via la pianificazione dello spot per Citoën C5 Aircross Hybrid Plug-in, mentre tra novembre e dicembre sarà la volta della nuova C4. Un lancio molto importante quest’ultimo per la marca, perché sarà il primo modello di Citroën ad uscire sul mercato con una versione 100% elettrica. In questo caso la partenza del battage pubblicitario è programmata per il mese di gennaio».


Leggi anche: LA CAMPAGNA DELLA NUOVA CITROËN C3 CELEBRA IL COLORE, SU DIGITALE, TV, RADIO E STAMPA

Televisione e il digitale sono i due media che assorbono la quasi totalità del budget pubblicitario dell’azienda, «con il secondo che di anno in anno continua ad erodere quote al primo: nel 2020 la sua percentuale è così salita al 40%», conclude Nava. «Complessivamente il 2020 sarà un anno di investimenti in calo per Citroën, a causa dei mesi del lockdown, ma con un secondo semestre in cui abbiamo recuperato parte della tabella di marcia prevista». 

Le agenzie di cui si avvale Citroën Italia sono Havas Milan per la creatività e Mediacom per la pianificazione e l’acquisto degli spazi pubblicitari.

scopri altri contenuti su

ARTICOLI CORRELATI