• Programmatic
  • Engage conference

La dimensione digitale della vita

Giacomo Fusina
a cura di Giacomo Fusina

Il digitale agisce a un livello di profondità di cui non siamo pienamente consapevoli. I nostri clienti ci chiedono di analizzare i comportamenti delle persone ma in Human Highway vogliamo anche comprendere come l’ambiente connesso modifica gli atteggiamenti di fondo, il mondo interiore e il senso dell’identità personale e sociale.

09/04/2021

Siamo intossicati da troppo digitale?

Il contesto

Tre italiani su quattro sono convinti che il digitale abbia semplificato la loro vita e che l’accesso ai servizi online debba diventare un diritto fondamentale garantito dallo Stato. La pandemia ha ulteriormente rafforzato queste convinzioni perché durante i lockdown è cresciuta la consapevolezza che il digitale assicura continuità a molte attività quotidiane ed è un bene da preservare.

Tuttavia, da molti anni cresce un senso di fastidio nei confronti della pervasività del digitale nella vita. La reazione a troppo digitale è ben riassunta dalla popolarità della ricerca di soluzioni per il “digital detox”, momenti di disconnessione per riappropriarsi di uno spazio di relazioni e interessi in cui essere offline è una condizione di benessere.

La ricerca

In effetti, la risposta di un campione di persone al funeral test del mondo digitale mostra dei risultati su cui riflettere: senza l’accesso all’online la maggioranza delle persone si sentirebbero più sole e più infelici e la pandemia ha aumentato l’incidenza di queste risposte. Tuttavia, un ampio segmento di popolazione afferma che si sentirebbe più libero, più autonomo e intraprendente, come se il digitale finisse per inibire alcune dimensioni della vita e queste potessero essere recuperate solo lontano dall’online. Questa sensibilità si rivela maggiormente presente tra gli uomini di mezza età.

Le conclusioni

Più aumenta la pressione del digitale nella vita delle persone e più cresce – almeno in certi strati di popolazione – un senso di oppressione e la ricerca di vie d’uscita dall’always on. E’ possibile che il digital detox diventi un tema importante nei prossimi anni e configuri un segmento di individui che avrà atteggiamenti di rifiuto e comportamenti più selettivi rispetto alla tecnologia.

Se vuoi parliamone insieme: https://calendly.com/giacomo_fusina