• Programmatic
  • Engage conference

08/01/2020
di Caterina Varpi

Xandr lancia Pause Ads, spot tv erogati all'attivazione del tasto “pausa”

Si tratta di un nuovo formato privo di audio controllato dall'utente, disponibile in versione beta

pause-ads.jpg

Xandr, la società di tecnologia pubblicitaria del gruppo AT&T, ha annunciato il lancio dei Pause Ads, formati pubblicitari che sono erogati quando gli utenti mettono in pausa la visione di un programma nel canali TV tradizionali e connessi. Xandr stava lavorando a questo tipo di annunci già nel 2018 (ne abbiamo parlato qui). Questi formati pubblicitari, sicuri per i marchi, sono stati creati per completare, piuttosto che disturbare, l'esperienza dello spettatore, sfruttando la funzionalità nativa del tasto “pausa”, in quanto gli utenti vedono le inserzioni solo quando sospendono la visione del contenuto per un break. “Le nostre ricerche indicano che i consumatori non sono contrari alla pubblicità, ma sono favorevoli ai contenuti, basta che siano rilevanti e non elementi di disturbo”, ha spiegato Matt Van Houten, SVP di Product Development per Xandr. “Mentre svolgevamo la nostra ricerca per il Rapporto sulla rilevanza di Xandr, abbiamo scoperto che il 73% dei consumatori intervistati detestano i messaggi pubblicitari che interrompono ciò che stanno facendo; quindi, i Pause Ads propongono proprio il messaggio giusto al momento giusto”. I Pause Ads sono adatti per essere utilizzati in programmi live, video on-demand e Dvr su reti via cavo, emittenti sia in digitale sia via satellite, pertanto gli inserzionisti possono raggiungere un pubblico di spettatori attenti in ambienti di visione sicuri per il marchio, spiega la nota stampa. I nuovi annunci sono disponibili da oggi in versione beta per partner selezionati tra cui AT&T Mobility, Epix e Starz su AT&T Tv Now e servizi di Directv. Questo formato nasce per portare vantaggi sia ai consumatori sia agli inserzionisti. I Pause Ads vengono erogati in modo da adattarsi all'esperienza degli utenti identificando gli orari in cui sono più ricettivi al messaggio di un determinato marchio. Agli inserzionisti offrono messaggi pertinenti forniti a audience in base a comportamenti attivati dall'utente, indipendentemente da ciò che stanno guardando, un'esperienza premium, sicura per il marchio e coerente in Tv e in digitale e nuovi modi di distribuire creatività personalizzabile. Inoltre consentono di raggiungere consumatori al di fuori delle tradizionali pause pubblicitarie durante la trasmissione. Si tratta di formati animati privi di audio, visualmente coinvolgenti, ma che rispettano lo spettatore. Adattando il formato dei Pause Ads alla funzionalità dell'esperienza di visione televisiva, queste unità pubblicitarie incoraggiano la visione poiché i Pause Ads si attivano solo quando un consumatore mette in pausa la visione di un programma e quando ne riprende la visione, conclude il comunicato.

scopri altri contenuti su

ARTICOLI CORRELATI